5° Censimento agricoltura 2000

2,6 milioni di aziende agricole, zootecniche e forestali, con una superficie totale di 19,6 milioni di ettari, di cui 13,2 milioni di superficie agricola utilizzata.

Il 5° Censimento dell’agricoltura si è svolto in una fase di profonda trasformazione del settore. La riforma della politica agricola comunitaria e il varo della cosiddetta Agenda 2000, che prevedeva l’allargamento dell’Unione europea ai Paesi dell’Europa centrale, hanno orientato l’agricoltura ad un ruolo multifunzionale, non più soltanto produttivo ma anche ambientale e sociale.

Il censimento considera il mondo rurale in relazione alle nuove attività (colture biologiche, agriturismo, artigianato) e ai nuovi rapporti economici (integrazione produttiva, approcci al mercato).

L’Istat ha sperimentato in questa occasione l’integrazione tra gli archivi statistici del Censimento del 1990 e gli archivi amministrativi, con l’obiettivo di mettere a fuoco il campo d’azione degli oltre 27 mila rilevatori che hanno visitato direttamente le aziende da intervistare.

Avvertenza. Con la produzione dei nuovi dati del censimento 2010 i dati del 2000 sono stati ricalcolati in base al nuovo campo di osservazione. I risultati sono disponibili nella nota contenente i dati provvisori dell’ultimo censimento pubblicati il 5 luglio 2011 su questo sito.

Ultima modifica: 16 aprile 2018