Normativa, privacy e trattamento dei dati personali

Riferimenti di legge

Fonti sovranazionali

  • Regolamento (CE) 9 luglio 2008, n. 763/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo ai censimenti della popolazione e delle abitazioni, che stabilisce norme comuni per la fornitura decennale di dati esaurienti sulla popolazione e sulle abitazioni
  • Regolamenti di esecuzione del Reg. 763/2008
    • Regolamento di esecuzione (UE) 2017/543 della Commissione del 22 marzo 2017, recante modalità di applicazione del regolamento (CE) n. 763/2008, per quanto riguarda le specifiche tecniche delle variabili e delle loro classificazioni
    • Regolamento (UE) 2017/712 della Commissione del 20 aprile 2017 che stabilisce l’anno di riferimento e il programma dei dati statistici e dei metadati per i censimenti della popolazione e delle abitazioni di cui al Regolamento (CE) n. 763/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio
    • Regolamento (CE) n. 2017/881 della Commissione del 23.05.2017 recante attuazione del Regolamento (CE) n. 763/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio, per quanto riguarda le modalità e la struttura dei report sulla qualità e il formato tecnico per la trasmissione dei dati

Fonti nazionali

  • Decreto-legge 18 ottobre 2012, n. 179 art. 3  Ulteriori misure urgenti per la crescita del Paese, convertito con modificazioni dalla legge 17 dicembre 2012, n. 221, che per primo ha introdotto il censimento permanente
  • Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 12 maggio 2016 (norma secondaria) in materia di censimento della popolazione e archivio nazionale dei numeri civici e delle strade urbane (ANNCSU) , pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 167 del 19 luglio 2016 , relativo ai tempi di realizzazione
  • Legge 27 dicembre 2017, n. 205 – Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2018 e bilancio pluriennale per il triennio 2018-2020, pubblicata nella GU del 29 dicembre 2017, n. 302, all’art. 1 commi 227-237, è stata inserita la norma che indice e finanzia i censimenti permanenti

La rilevazione censuaria, compresa tra le rilevazioni statistiche di interesse pubblico, è inserita nel Programma statistico nazionale 2017-2019, adottato con DPR 31 gennaio 2018 (codice schede IST-02492, IST-02493, IST-02494, IST-02454, IST-02660), e nel Programma statistico nazionale 2017-2019 – Aggiornamento 2018-2019, attualmente in corso di formalizzazione.
Rientra inoltre negli elenchi allegati al DPR di emanazione del PSN che indicano le indagini con obbligo di risposta e relativa sanzione, ai sensi degli artt. 7 e 11 del Decreto legislativo n. 322/1989.

Norme sul sistema statistico e su Istat


Segreto d’ufficio, segreto statistico e tutela dei dati personali

Le informazioni raccolte sono tutelate dal segreto d’ufficio (art. 8 d.lgs. n. 322/1989), dal segreto statistico (art. 9 d.lgs. n. 322/1989) e – con riferimento al trattamento di dati personali – sottoposte alla normativa vigente:

  • Regolamento (UE) del Parlamento europeo e del Consiglio n.679/2016, relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati, che abroga la direttiva 95/46/CE, in vigore dal 25 maggio 2018;
  • D.lgs. n. 196/2003 (Codice in materia di protezione dei dati personali), così come modificato e integrato da ultimo dal Decreto legislativo 10 agosto 2018, n. 101 “Disposizioni per l’adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 aprile 2016, relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE (regolamento generale sulla protezione dei dati)” pubblicato sulla GU n. 205 del 4-9-2018;
  • Codice di deontologia e di buona condotta per i trattamenti di dati personali a scopi statistici e di ricerca scientifica effettuati nell’ambito del Sistema statistico nazionale (allegato A. 3 del decreto legislativo n. 196/2003).

Ai sensi del Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 e s.m.i. e del Regolamento UE n. 679/2016 citati, titolare del trattamento dei dati personali è l’Istat che, per le attività di raccolta e di elaborazione dei dati, ha attribuito ai Direttori della Direzione centrale per la raccolta dati (DCRD) e della Direzione centrale per le statistiche sociali e il censimento della popolazione (DCSS) specifici compiti e funzioni connessi al trattamento dei dati personali. Responsabili esterni del trattamento dei dati sono i responsabili degli Uffici provinciali di censimento e degli Uffici comunali di Censimento.