Discriminazioni in base al genere, all’orientamento sessuale e all’appartenenza etnica: informazioni sulla rilevazione

Che cosa è

La rilevazione sulle discriminazioni in base al genere, all'orientamento sessuale e all'appartenenza etnica ha l'obiettivo di fornire informazioni sulla diffusione di atteggiamenti e comportamenti discriminatori nel nostro Paese.

In particolare, l'indagine consente sia di rilevare la diffusione di opinioni, stereotipi, pregiudizi nei confronti delle donne e degli uomini, degli immigrati e degli omosessuali, sia di stimare il numero e le caratteristiche delle vittime di atti discriminatori, subiti in contesti particolarmente rilevanti per la pianificazione delle politiche antidiscriminatorie, come il contesto scolastico e quello lavorativo (distinto in ricerca di lavoro e attività lavorativa).

L'indagine rileva anche l'orientamento sessuale degli intervistati tramite un questionario cartaceo che il rispondente, a garanzia della tutela della privacy, compila da solo e riconsegna in busta chiusa all'intervistatore. In questo stesso questionario, vengono rilevate le eventuali esperienze discriminatorie subite da persone omosessuali e bisessuali nella ricerca di un'abitazione da affittare o acquistare, nei rapporti con il vicinato, nella fruizione dei servizi sanitari, nell'accesso a luoghi e servizi pubblici come negozi, mezzi di trasporto, uffici, eccetera. L'indagine rientra tra quelle comprese nel Programma statistico nazionale, che raccoglie l'insieme delle rilevazioni statistiche necessarie al Paese.

Chi la conduce

La Direzione centrale per le indagini su condizioni e qualità della vita, in collaborazione con una società incaricata di effettuare le interviste

Chi viene intervistato

Un solo componente estratto casualmente fra i componenti della famiglia campione con un'età compresa fra i 18 e i 74 anni.

Come vengono scelte le famiglie

Ogni famiglia viene estratta con criterio di scelta casuale dalle liste anagrafiche comunali, secondo una strategia di campionamento volta a costituire un campione statisticamente rappresentativo della popolazione residente.

Numerosità campionaria

L'indagine viene condotta su un campione di circa 8 mila famiglie distribuite in circa 665 comuni italiani di diversa ampiezza demografica.

Lettera alle famiglie

Alle famiglie estratte nel campione, alcuni giorni prima dell'intervista, viene inviata una lettera firmata dal Presidente dell'Istat nella quale viene presentata la ricerca.

Il numero verde

Nella lettera firmata dal Presidente dell'Istat viene indicato un numero verde (gratuito) 800-137017 che è attivo nel periodo della rilevazione, dal lunedì al sabato dalle ore 9,00 alle ore 21,30. A questo numero si potrà chiamare gratuitamente per avere o fornire informazioni relative all'indagine (per esempio per capire meglio il tipo di informazioni che verranno richieste, per comprendere il motivo per il quale è stato estratto il proprio nominativo, per comunicare il giorno e gli orari in cui la famiglia è disponibile a essere intervistata, eccetera).

Periodo di rilevazione

Le interviste saranno effettuate nei mesi di giugno e luglio 2011.

Chi effettua l'intervista

L'indagine prevede che l'intervista venga effettuata presso il domicilio della famiglia, da intervistatori incaricati dall'Istat e muniti di cartellino di riconoscimento. L'arrivo dell'intervistatore potrebbe essere preceduto da una telefonata per fissare l'appuntamento. Qualora il rilevatore non trovasse nessuno a casa, lascerà presso l'abitazione un biglietto in cui sarà segnalato il giorno e l'orario in cui passerà nuovamente.

I questionari della rilevazione

Le informazioni vengono raccolte tramite un questionario elettronico caricato sul computer portatile dell'intervistatore in cui saranno registrate le risposte fornite alle singole domande. Questo metodo di intervista è conosciuto come CAPI (Computer Assisted Personal Interviewing). Al questionario CAPI si affianca anche un questionario cartaceo che gli intervistati devono autocompilare.

Modalità di diffusione dei dati raccolti

I dati saranno diffusi, al termine della rilevazione, tramite tabelle e indicatori statistici in modo aggregato, sia on line sul sito dell'Istat www.istat.it, sia tramite volumi o rapporti di ricerca.

Segreto statistico

L'Istat è tenuto per legge a rispettare il segreto statistico (D. Lgs.322/89). I dati raccolti in occasione di ricerche statistiche possono essere utilizzati esclusivamente a fini statistici e non possono essere comunicati ad altre istituzioni o persone, se non elaborati e pubblicati sotto forma di tabelle e in modo tale che non sia possibile alcun riferimento alla persona o alla famiglia. Ai sensi della stessa normativa (art.7, comma 2) la persona intervistata potrà decidere se rispondere o meno ad alcuni quesiti di natura "sensibile" contenuti in alcune sezioni del questionario. Ai sensi della legge che disciplina la tutela della privacy (D.Lgs.196/2003), titolare delle rilevazioni è l'Istat..

Chi usufruisce dei dati

I dati saranno utilizzati, in forma anonima, per fini di ricerca statistica dall'Istituto nazionale di statistica e da altre Istituzioni: Enti di ricerca nazionali e internazionali, Ufficio di Statistica dell'Unione europea (Eurostat), Università, studenti e tutti i cittadini interessati.

Titolarità dei dati

Titolare del trattamento dei dati personali raccolti con la presente ricerca è l'Istat - Istituto nazionale di statistica, Via Cesare Balbo, 16 - 00184 Roma; responsabile del trattamento dei dati personali, per l'ISTAT, è il Direttore Centrale per le indagini su condizioni e qualità della vita, al quale è possibile rivolgersi per quanto riguarda l'esercizio dei diritti.

Per informazioni
Numero verde 800-137017 attivo durante il periodo della rilevazione

Progettazione ed implementazione delle nuove reti di rilevazione e tecniche di indagine
Maria Clelia Romano
tel. +39 06 4673.4479
fax + 39 06 4673.4925
romano@istat.it

tag:
migrazioni, popolazione residente, servizi, servizi sociali
argomento:
Opinioni dei cittadini, Popolazione
tipo di documento:
Informazioni sulla rilevazione
Periodo di riferimento
Anno 2011
Pubblicato
venerdì 10 giugno 2011
Lettera alle famiglie
(pdf 63 KB)
Autocompilato rosa
(zip 101 KB)
Autocompilato azzurro
(zip 100 KB)
Contatti

Sportello per i giornalisti
tel. 06 4673.2243-4
fax 06 4673.2240
contact centre
ufficiostampa@istat.it

Centro diffusione dati
tel. 06 4673.3102-3-5-6
fax 06 4673.3101
contact centre

No

Per informazioni scrivi a comunica@istat.it