[ English ]
Classificazione

Classificazione delle attività economiche Ateco 2007

  • Ascolta questa pagina usando ReadSpeaker
  • Condividi
  • Lascia un feedback

L’Istat rende disponibili gli strumenti per individuare il codice Ateco di un’attività economica. Il codice ottenuto non ha valore legale ma semplicemente statistico; può essere utilizzato nelle operazioni di denuncia o di registrazione della propria attività.

#

Nota informativa

 
A partire dal 1° gennaio 2008 l’Istat ha adottato la classificazione delle attività economiche Ateco 2007, che costituisce la versione nazionale della nomenclatura europea Nace Rev. 2, pubblicata sull’Official Journal il 20 dicembre 2006 (Regolamento (CE) n.1893/2006 del PE e del Consiglio del 20/12/2006).L’Ateco 2007 è stata definita ed approvata da un Comitato di gestione appositamente costituito. Esso prevede la partecipazione, oltre all’Istat che lo coordina, di numerose figure istituzionali: i Ministeri interessati, gli Enti che gestiscono le principali fonti amministrative sulle imprese (mondo fiscale e camerale, enti previdenziali ecc.) e le principali associazioni imprenditoriali.

Grazie alla stretta collaborazione avuta con l’Agenzia delle Entrate e le Camere di Commercio si è pervenuti ad un’unica classificazione. Per la prima volta il mondo della statistica ufficiale, il mondo fiscale e quello camerale adottano la stessa classificazione delle attività economiche. Tale risultato costituisce un significativo passo in avanti nel processo di integrazione e semplificazione delle informazioni acquisite e gestite dalla Pubblica Amministrazione.

In riferimento al decreto emanato dal Presidente del Consiglio dei Ministri in data 22 marzo 2020 concernente misure urgenti di contenimento della diffusione del contagio del virus COVID-19 sull’intero territorio nazionale si precisa che:

  • l’Istat è il principale produttore di statistica ufficiale a supporto dei cittadini e dei decisori pubblici e nel suo ruolo istituzionale predispone le nomenclature e le metodologie di base per la classificazione e la rilevazione dei fenomeni di carattere demografico, economico e sociale;
  • la classificazione ATECO rappresenta la classificazione delle attività economiche sviluppata e utilizzata dall’Istat esclusivamente per finalità statistiche. Rispetto ad essa l’Istat fornisce chiarimenti interpretativi utili all’individuazione del codice ATECO più adeguato a rappresentare l’attività effettivamente svolta che, tuttavia, non costituiscono pareri vincolanti a fini legali, fiscali o amministrativi;
  • al fine di individuare le attività economiche da sospendere, in applicazione delle misure indicate del DPCM (22/03/2020) occorre precisare che si deve far riferimento a quanto dichiarato dai soggetti interessati presso le Amministrazioni di riferimento ossia Registro delle Imprese delle Camere di Commercio e, per i soggetti non iscritti a tale registro, a quanto dichiarato sui modelli fiscali (Anagrafe Tributaria dell’Agenzia delle Entrate).

L’Istat ha avviato il processo di revisione della classificazione delle attività economiche ATECO con la costituzione di un nuovo Comitato composto da esperti statistici, rappresentanti dei principali enti amministrativi e delle organizzazioni imprenditoriali (DOP 26/6/2020). Questa operazione si inquadra all’interno di un processo decisionale internazionale già avviato, a cui l’Istat partecipa attivamente, le cui decisioni prese a livello europeo vincoleranno la versione nazionale alla nuova struttura della classificazione NACE fino a livello di classe (quattro cifre).Tenuto conto della classificazione ATECO2007 e a partire dalle esigenze dei principali utilizzatori, il Comitato dovrà inoltre aggiornare il dettaglio nazionale (quinta e sesta cifra).
Per richieste di chiarimento in merito alla classificazione vigente si suggerisce di continuare ad utilizzare la casella ateco2007@istat.it.
Per segnalazioni utili alle attività di revisione o per altre informazioni è possibile contattare il nuovo Comitato, scrivendo alla casella comitatoateco@istat.it

 

Versioni precedenti

Periodo di riferimento: Da gennaio 2008

Data di pubblicazione: 16 gennaio 2015

Allegati