Presidente

  • Ascolta questa pagina usando ReadSpeaker
  • Condividi
  • Lascia un feedback

Gli organi di governo sono il Presidente e il Consiglio che programmano, indirizzano e valutano l’attività, in particolare tecnico-scientifica, dell’Istituto e dei dirigenti di livello più elevato.

Il Presidente dell’Istituto nazionale di statistica è nominato con decreto del Presidente della Repubblica su proposta del Presidente del Consiglio, previa deliberazione del Consiglio dei ministri. È scelto fra i professori ordinari di materie statistiche, economiche e affini; la sua carica dura quattro anni e può essere rinnovata una sola volta.

È il rappresentante legale dell’Istituto per le questioni di carattere generale, sovrintende all’andamento dell’Istat e ne assicura il coordinamento tecnico-scientifico. Cura i rapporti istituzionali e con le organizzazioni internazionali. Verifica l’attuazione degli indirizzi espressi dal Consiglio, cui riferisce periodicamente.

Il Presidente dell’Istat è il Prof. Gian Carlo Blangiardo.

Curriculum vitae

Gian Carlo Blangiardo è presidente dell’Istat dal 4 febbraio 2019.

Insegna Demografia all’Università degli studi di Milano «Bicocca» dal 1998. Inizia la carriera universitaria nel 1973 come borsista di Statistica in Università Cattolica e, dal 1975 come ricercatore, presso l’Università degli studi di Milano. Nella stessa università, è nominato Professore incaricato (1978-1981), Professore associato (1981-1994) e Professore ordinario (1994-1998).

I suoi interessi di ricerca hanno riguardato la Metodologia statistica, la Demografia e le Statistiche sociali.

Svolge da molti anni collaborazioni scientifiche con diverse istituzioni. È stato Presidente della Commissione Istat sugli aspetti tecnici e metodologici del Censimento della popolazione 2001 (1999-2002) e componente del Comitato per la stima della povertà assoluta (2006-2007). Ha, inoltre, fatto parte delle Commissioni Istat sulla misura del Benessere oltre il Pil (2011-2016) e per la definizione dei Collegi elettorali plurinominali (2015). Membro di diversi Comitati nazionali e regionali, che si occupano, o si sono occupati, di dinamiche e trasformazioni demografiche, di esclusione sociale e povertà, è autore di diversi Rapporti su questi temi e su immigrazione e integrazione.

È autore di oltre 250 pubblicazioni scientifiche. Scrive, e ha scritto, su numerose riviste scientifiche e collabora con i quotidiani «Il Sole24ore», «Avvenire», «Eco di Bergamo», «Il Sussidiario.net».

Ultima modifica: 28 febbraio 2019