English
Well-being and sustainability

Benessere e sostenibilità

A partire dal 2016 l’Istat affianca alle analisi sul Benessere equo e sostenibile (Bes) in Italia un primo insieme di indicatori individuati per il monitoraggio dei target dell’Agenda 2030 sullo sviluppo sostenibile, i cosiddetti Sustainable Development Goals (SDGs) delle Nazioni Unite.

In Italia, gli indicatori sul Benessere equo e sostenibile sono stati inclusi nei documenti di programmazione, con riferimento all’analisi del loro andamento e alla valutazione dell'impatto delle politiche sui diversi aspetti del benessere. A questo proposito, si sono conclusi i lavori del Comitato di alto livello, di cui l'Istat fa parte, con la proposta di una lista di indicatori di benessere equo e sostenibile sui quali stimare gli effetti derivanti dai provvedimenti inseriti nella Legge di bilancio. Già ad aprile 2017 nel DEF era stato presentato l’esercizio di simulazione degli effetti delle misure proposte per un numero ridotto di indicatori (i primi risultati).

I Sustainable Development Goals possono essere visti come il set di indicatori che la comunità globale ha scelto, grazie a un accordo politico tra i diversi attori, per rappresentare i propri valori, priorità e obiettivi. Da questa natura, che gli indicatori SDGs condividono con quasi tutti gli esperimenti sviluppati in questi anni a livello nazionale e sovranazionale, nasce la loro sovrapposizione, seppure parziale, con molti degli indicatori individuati nel Bes. Gli indicatori SDGs possono essere, quindi, interpretati come l'ultimo atto di un dibattito iniziato molti anni fa, di cui il Bes è il capitolo italiano.