Comitato Unico di Garanzia

  • Ascolta questa pagina usando ReadSpeaker
  • Condividi
  • Lascia un feedback

Il Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni (di seguito CUG) dell’Istat è stato istituito nel 2011 e rinnovato nella sua composizione nel 2016. Questo organismo ha sostituito i precedenti “Comitato per le pari opportunità”, introdotto nel 1993, e “Comitato sul fenomeno del mobbing”, acquisendo le loro rispettive competenze e assumendone tutte le funzioni. È composto pariteticamente da rappresentanti sindacali e dell’Amministrazione, che operano per lo stesso obiettivo.

Il funzionamento del Comitato Unico di Garanzia è disciplinato dalle Linee guida sulle modalità di funzionamento dei Comitati Unici di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni, definite con la Direttiva della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 4 marzo 2011, e dal proprio Regolamento interno, approvato il 23 giugno 2016 che ne disciplina i compiti, le modalità di funzionamento, i rapporti con l’Istituto.

Il CUG ha trovato riconoscimento anche nello Statuto dell’Istituto, previsto dall’art. n. 4 del d.lgs. 218/2016 e approvato dal Consiglio con delibera n. CDXLIV del 7 dicembre 2017, il quale costituisce la cornice entro la quale sono definiti anche i regolamenti di organizzazione, del personale, di amministrazione e contabilità. Lo Statuto prevede all’art. 14, comma 5, che «l’Istat si impegna a garantire parità e pari opportunità nel trattamento delle lavoratrici e dei lavoratori, l’assenza di qualunque forma di discriminazione e di violenza fisica e psicologica, diretta ed indiretta, nonché il benessere lavorativo del proprio personale».

Ultima modifica: 02 maggio 2019