L’Istat nella UE e nel mondo

  • Ascolta questa pagina usando ReadSpeaker
  • Condividi
  • Lascia un feedback

L’Istituto contribuisce significativamente al coordinamento e al rafforzamento del Sistema statistico europeo e del Sistema statistico internazionale attraverso molteplici attività e un complesso lavoro in rete con gli Istituti di statistica degli altri Paesi, con gli organismi di vertice delle principali istituzioni europee e degli organismi internazionali.

Attività in ambito UE

L’Istat concorre attivamente ai processi decisionali rivolti al rafforzamento e allo sviluppo del Sistema statistico europeo (SSE), alla produzione e attuazione della normativa europea, nonché allo sviluppo scientifico-metodologico attraverso progetti di ricerca.

In particolare, l’Istituto partecipa fattivamente a gruppi di lavoro istituiti presso Eurostat su tematiche trasversali e specifiche per lo sviluppo, la produzione e la diffusione delle statistiche europee. L’Istituto è membro dello European Statistical System Committee (ESSC), l’organo incaricato di orientare il SSE ai fini della produzione di statistiche europee in linea con i principi contenuti nel Codice delle statistiche europee.

Partecipa attivamente al processo decisionale-legislativo di adozione di regolamenti statistici europei rappresentando l’Italia all’interno del Working Party on Statistics del Consiglio della UE. In tale ruolo, ha di recente contribuito al processo di adozione dei primi tre regolamenti quadro in materia di statistiche sociali, imprese e agricoltura.

L’Istat monitora l’ottemperanza dell’Italia alle disposizioni contenute nella normativa statistica europea.

Concorre, inoltre, agli adempimenti previsti dalla Legge 234/2012 sulla partecipazione dell’Italia alla UE anche attraverso il contributo alla Relazione programmatica e alla Relazione consuntiva che ogni anno il Governo invia alle Camere.

L’Istat monitora l’attuazione del Codice delle statistiche europee, revisionato dall’ESSC nel novembre 2017, nel quale è stato aggiunto, tra l’altro, il principio 1bis su coordinamento e cooperazione. Inoltre, conformemente alla Legge statistica europea (Regolamento (CE) 223/2009), l’Italia è impegnata, attraverso il Commitment on Confidence, nell’adozione delle misure necessarie ad assicurare la fiducia del pubblico nelle statistiche europee.

A livello nazionale, l’Istat coordina le attività connesse a sviluppo, produzione e diffusione delle statistiche europee definite nel programma statistico europeo.

L’Istat è sempre più parte attiva nei progetti di ricerca e innovazione finanziati nell’ambito dei Programmi Quadro della UE. Nell’attuale Programma Quadro Horizon 2020, è coinvolto nel ruolo sia di coordinatore (progetto Makswell) che di partner (UrbanWINS, GROWINPRO) in consorzi internazionali di cui fanno parte altri Istituti nazionali di statistica, Università ed enti di ricerca pubblici e privati.

Inoltre, l’Istituto partecipa a numerosi progetti ESSnet, finanziati direttamente da Eurostat.

Attività extra UE

L’Istat contribuisce in modo significativo al rafforzamento della partnership con gli organismi internazionali collaborando alle scelte decisive per lo sviluppo e l’armonizzazione della statistica ufficiale.

L’Istat concorre al consolidamento della governance statistica nell’ambito delle Nazioni Unite, partecipando ai lavori della Statistical Commission, delle sue agenzie specializzate e di molti gruppi di lavoro da essa costituiti; è membro della Conference of European Statisticians dell’UNECE e del Board dell’ECLAC. Inoltra, collabora con numerosi altri organismi internazionali, quali FMI, Banca Mondiale e OCSE (nello specifico, è membro del Committee on Statistics and Statistical Policy). L’Istituto partecipa anche ai lavori di altri gruppi istituzionali di alto livello, orientati all’armonizzazione di definizioni, concetti, classificazioni e codifiche, metodologie e standard utili alla produzione e implementazione delle statistiche internazionali.

In qualità di membro dell’High-level Group for Partnership, Coordination and Capacity-Building for Statistics for the 2030 Agenda for Sustainable Development, l’Istituto è direttamente impegnato nella promozione ed esecuzione di iniziative inerenti la partnership e la cooperazione internazionale, in particolare per la definizione delle strategie necessarie all’attuazione degli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDG) previsti nell’Agenda 2030 e nel Cape Town Global Action Plan.

Ultima modifica: 13 maggio 2019