[ English ]
Comunicato stampa

Il reddito disponibile delle famiglie nelle regioni italiane

  • Ascolta questa pagina usando ReadSpeaker
  • Condividi
  • Lascia un feedback

Nel 2012 il reddito disponibile delle famiglie in valori correnti diminuisce, rispetto all’anno precedente, in tutte le regioni italiane. Nel confonto con la media nazionale (-1,9%), il Mezzogiorno segna la flessione più contenuta (-1,6%), seguito dal Nord-est (-1,8%), Nord-ovest e Centro (-2%). Le regioni con le riduzioni più marcate sono Valle d’Aosta e Liguria (-2,8% in entrambe).

Il reddito monetario disponibile per abitante è pari a circa 20.300 euro sia nel Nord-est sia nel Nord-ovest, a 18.700 euro al Centro e a 13.200 euro nel Mezzogiorno.

La graduatoria regionale del  reddito disponibile per abitante (17.600 euro il valore medio nazionale) vede al primo posto Bolzano, vicina ai 22.400 euro, e all’ultimo la Campania, con poco meno di 12.300 euro.

Nel 2012 a livello nazionale il reddito disponibile delle famiglie, in valori correnti, aumenta dell’1% rispetto al 2009, anno di inizio della crisi economica. In particolare il Nord registra un incremento maggiore (+1,6% nel Nord-ovest e +1,7% nel Nord-est) mentre, sempre rispetto al 2009, il Centro e Mezzogiorno segnano un aumento molto più contenuto (rispettivamente +0,4% e +0,2%).

La Liguria è la regione che ha risentito maggiormente degli effetti della crisi economica: tra il 2009 e il 2012 le famiglie  hanno subito una diminuzione  dell’1,9% del reddito disponibile. L’Umbria e la provincia di Bolzano sono state le meno toccate dagli effetti della crisi economica con aumenti, nel periodo considerato, rispettivamente del 3,6% e del 2,7%.

Nota. Il giorno 18 giugno 2014 alle ore 15 l’allegato “Testo integrale” è stato sostituito, per rettifica in Figura 6 che presentava, erroneamente, il valore relativo all’Italia del 2011 anziché quello del 2012.
Il giorno 13 marzo 2014 alle ore 15:40 l’allegato “Tavole complete” è stato sostituito, per rettificare i valori relativi alle due disaggregazioni famiglie consumatrici e famiglie produttrici per tutti gli aggregati per gli anni 2010 e 2011. La sostituzione si è resa necessaria per un errore incorso nella procedura informatica di aggiornamento della tavola.

Per informazioni
Redditi e ricchezza delle famiglie

Francesca Tartamella
tel 0646733128
tartamel@istat.it

Periodo di riferimento: Anni 2010-2012

Data di pubblicazione: 03 febbraio 2014

Allegati