Archivio storico

L’Archivio storico, istituito nel 2001, conserva le principali tipologie di documenti prodotti dall’Istituto: atti ufficiali e amministrativi, studi metodologici e ricerche, modelli di questionari, analisi statistiche, materiale preparatorio di indagini, relazioni e analisi progettuali di organi collegiali, brochure e comunicati stampa, su supporto cartaceo o elettronico.

L’attività è in progress: è stata ultimata la fase di inventariazione dei fondi archivistici per un totale di 24.223 unità archivistiche schedate, parte delle quali fotografiche. Per quest’ultima categoria di documenti è in atto un’opera di digitalizzazione e pubblicazione. Sono disponibili on line anche materiali raccolti per le mostre storiche e gli incontri scientifici organizzati nel corso delle celebrazioni dei 90 anni dell’Istat.

Accanto alle funzioni di tutela, inventariazione e valorizzazione della documentazione prodotta o ricevuta nell’ambito delle attività istituzionali e amministrative e relativa ad affari conclusi da almeno 30 anni, l’Archivio storico ha lo scopo fondamentale di rendere fruibile alle comunità di ricercatori e studiosi il proprio patrimonio culturale, in particolare i documenti inventariati. La consultabilità dei documenti e la tutela della riservatezza sono regolate dalla vigente normativa nazionale [1].

La consultazione dei documenti avviene esclusivamente nella sala di studio appositamente attrezzata per l’utenza, entro i limiti di capienza dei posti a sedere, escluse le postazioni informatiche.

Al fine di orientare gli utenti nell’attività di ricerca è stata redatta una guida, in corso di aggiornamento, che fornisce agli utenti il quadro storico-istituzionale e la descrizione della relativa documentazione.

Il personale dell’Archivio è a disposizione per fornire adeguata assistenza, telematica, telefonica e in presenza, alla consultazione degli inventari e dei fondi archivistici.

Si può accedere alla consultazione dei documenti solo previo appuntamento, accedendo al contact centre (per usufruire del servizio è necessario richiedere la registrazione) o chiamando il numero 06 4673.2380.

[1] Decreto legislativo 22 gennaio 2004 n. 42 Codice dei beni culturali e del paesaggio, artt. 122-127; Decreto legislativo 30 giugno  2003, n. 196 Codice in materia di protezione dei dati personali, artt. 101-103, allegato A.2 Codice di deontologia e di buona condotta per i trattamenti di dati personali per scopi storici art. 10 Accesso agli archivi pubblici.

Ultima modifica: 20 febbraio 2018