File di microdati

I file di microdati sono collezioni di dati elementari che contengono informazioni su individui, famiglie o imprese.

L’Istat rende disponibili gratuitamente i file di microdati relativi alle proprie rilevazioni per finalità di studio e ricerca o per scopi statistico-scientifici, nel rispetto della normativa vigente. I file rilasciati sono quelli aggiornati al momento della richiesta, per cui nel tempo possono subire revisioni statistiche.

Le tipologie di file di microdati che l’Istat diffonde sono diverse e rispondono a bisogni informativi differenti:

 


FILE AD USO PUBBLICO

I file ad uso pubblico sono collezioni di dati elementari scaricabili gratuitamente da questo sito.

L’Istat diffonde due tipologie di microdati ad uso pubblico:

  • file mIcro.STAT, prodotti per alcune particolari indagini a partire dai corrispondenti file per la ricerca (MFR) a cui vengono applicate ulteriori tecniche di protezione della riservatezza che comportano una riduzione del contenuto informativo. In alcuni casi, le elaborazioni effettuate sui file mIcro.STAT possono produrre risultati difformi rispetto a quelli pubblicati o a quelli calcolati a partire dai corrispettivi file per la ricerca.
  • file ad uso pubblico storici, sviluppati per alcune indagini a partire dai file standard già prodotti in passato. Presentano una struttura diversa dai mIcro.STAT a causa di una diversa metodologia di tutela statistica della riservatezza.

Da giugno 2019 i file sono rilasciati solo in formato testo, corredati dei programmi di importazione per STATA, SAS e R. L’Istat non garantisce che le funzioni contenute nei suddetti programmi siano esenti da errore e non si assume alcuna responsabilità sull’output ottenuto dal loro utilizzo.

Procedura per la richiesta
Per ottenere i file ad uso pubblico è necessaria l’accettazione delle condizioni di utilizzo e la registrazione, o autenticazione per utenti già registrati.

Sul sito di Eurostat sono disponibili i file ad uso pubblico europei.

 


FILE STANDARD

I file standard riguardano talune rilevazioni statistiche su individui e famiglie. Sono privi di codici identificativi diretti e trattati secondo modalità che non permettono il collegamento ai singoli rispondenti. Il trattamento di protezione della riservatezza applicato a questi file ne limita in parte i contenuti informativi rispetto ai file di origine.

I file standard sono rilasciati su richiesta motivata, per finalità di studio e ricerca.

Per accedere ai file standard il richiedente deve:

  • illustrare il contenuto della ricerca e le finalità d’uso dei dati
  • indicare il luogo dove i dati saranno conservati ed elaborati
  • impegnarsi ad utilizzare i dati soltanto per gli scopi dichiarati
  • impegnarsi a non fornire a terzi i dati elementari, consentendone l’accesso, sotto la propria responsabilità, soltanto alle persone direttamente coinvolte nel lavoro per il quale questi sono stati richiesti.

Procedura per la richiesta
Una volta effettuata la registrazione al Contact centre dell’Istat, o l’autenticazione se utenti già registrati, la richiesta va formulata selezionando l’area “Collezioni campionarie di dati elementari (file standard)” e selezionando il tasto “Per procedere con la richiesta”.

Si riporta, per la sola visione delle condizioni di utilizzo da sottoscrivere, il fac-simile del modello di richiesta dei dati.

I file standard non sono più prodotti dall’Istituto in quanto gradualmente sostituiti dai file per la ricerca (MFR). Pertanto, la richiesta può essere fatta limitatamente a quelli già diffusi.

frecciarossa  Elenco completo dei file standard

 


FILE PER LA RICERCA (MFR)

I file MFR, realizzati per soddisfare esigenze di ricerca scientifica, riguardano alcune rilevazioni statistiche relative a individui, famiglie e imprese. Si tratta di file di dati elementari, privi di elementi identificativi diretti, cui sono stati applicati metodi di controllo per la tutela della riservatezza.

L’accesso ai file può essere richiesto esclusivamente per la realizzazione di uno specifico progetto di ricerca da parte di ricercatori appartenenti a organizzazioni riconosciute quale Ente di ricerca dal Comstat o che risultino inserite nell’elenco degli Enti di ricerca riconosciuti da Eurostat.

In caso contrario è necessario procedere prioritariamente con la richiesta di riconoscimento dell’Ente di appartenenza.

Procedura per la richiesta
Per accedere ai file MFR il ricercatore responsabile del progetto di ricerca che appartiene a un Ente di ricerca riconosciuto deve presentare all’Istat la seguente documentazione:

  1. Proposta di ricerca, formalizzata a seguito di eventuale richiesta di ammissibilità | All.3 doc | pdf
  2. Dichiarazione individuale di riservatezza del ricercatore responsabile del progetto di ricerca | All.4 doc | pdf
  3. Dichiarazione individuale di riservatezza degli altri ricercatori | All.5 doc | pdf
  4. Attestazione integrativa, in caso di progetti congiunti | All.6 doc | pdf
  5. Copia del documento di riconoscimento del ricercatore responsabile del progetto di ricerca.

Responsabile del progetto

Il ricercatore responsabile del progetto di ricerca è un professore universitario ordinario, associato, aggregato o a contratto; un ricercatore o figura assimilabile, ad esempio tecnologo; un assegnista di ricerca; il responsabile dell’organismo riconosciuto; un dipendente dell’organismo che svolge attività di ricerca; un socio di società scientifica

Referente per le richieste di utilizzo dei dati

Il referente per le richieste di utilizzo dei dati elementari deve coincidere con il nominativo del referente fornito nella domanda di riconoscimento quale Ente di ricerca; in caso di riconoscimento da parte di Eurostat va indicato il nominativo della “Contact person”

Proposta preliminare

Ai fini di una valutazione di ammissibilità, il responsabile del progetto può inviare all’indirizzo rilasciomicrodati@istat.it una proposta di ricerca preliminare, descrivendo il progetto ed esplicitando le finalità scientifiche e la pertinenza dei dati richiesti, secondo quanto indicato nell’Allegato 3

Progetto congiunto

Un progetto congiunto è un progetto di ricerca che prevede la collaborazione di due o più enti. Tutti gli enti partecipanti devono essere riconosciuti. L’Allegato 6 deve essere sottoscritto anche dal referente per le richieste di utilizzo dei dati elementari di ciascun ente collegato

Tutta la documentazione richiesta va sottoscritta e inviata utilizzando una delle seguenti modalità:

  • via fax al numero 06 4667.8004
  • via posta certificata all’indirizzo rilasciomicrodati@postacert.istat.it
  • via email all’indirizzo rilasciomicrodati@istat.it. In questo caso è necessario trasmettere la documentazione originale anche per raccomandata a: Istat – DIRM/DCSI/SIA, Via Cesare Balbo, 16 – 00184 Roma.

I file sono rilasciati in formato testo e provvisti anche dei programmi di importazione per STATA, SAS e R. L’Istat non garantisce che le funzioni contenute nei suddetti programmi siano esenti da errore e non si assume alcuna responsabilità sull’output ottenuto dal loro utilizzo.

frecciarossa  Elenco completo dei file MFR

È possibile richiedere a Eurostat i file di microdati europei.

 


FILE PER IL SISTAN

I file per il Sistan sono collezioni di dati elementari riservati a Enti o Uffici di statistica facenti parte del Sistema statistico nazionale. Sono rappresentati da dati raccolti per finalità statistiche cui non vengono applicati ulteriori metodi di controllo.

Le finalità della richiesta possono essere:

  • l’attuazione del Programma statistico nazionale
  • l’esecuzione di trattamenti connessi all’attività istituzionale o all’ambito territoriale del richiedente. In questo caso è necessario trasmettere anche una sintetica descrizione del progetto.

Il rilascio di dati personali corredati di identificativi è limitata ai casi di assoluta necessità, ovvero impossibilità di perseguire gli obiettivi di ricerca prefissati in mancanza dei dati identificativi.

La richiesta di accesso ai file Sistan deve contenere la natura dei dati, l’oggetto e le finalità della richiesta.

Procedura per la richiesta
Il richiedente (responsabile dell’Ufficio di statistica o titolare/responsabile del trattamento, per gli Enti e Organismi pubblici di informazione statistica) deve procedere in via prioritaria alla registrazione al Contact centre dell’Istat.

Una volta effettuata la registrazione, o l’autenticazione se utenti già registrati, la richiesta va formulata selezionando l’area: “Dati elementari per uffici Sistan” e selezionando il tasto “Per procedere con la richiesta”. Si riporta, per la sola visione delle condizioni di utilizzo da sottoscrivere, il fac-simile del nuovo modello di richiesta dei dati, aggiornato in funzione della revisione normativa.

 


FILE PER IL LABORATORIO ADELE

I file per ADELE sono file di microdati di tutte le rilevazioni statistiche dell’Istat, privi di dati identificativi diretti, categorie particolari di dati personali e dati personali relativi a condanne penali e reati. L’Istat li rende disponibili all’interno del proprio Laboratorio per l’Analisi dei Dati ELEmentari offrendo al mondo della ricerca scientifica uno strumento per condurre in autonomia analisi statistiche sui microdati d’indagine, nel rispetto della normativa sulla riservatezza dei dati personali.

Cos’è il Laboratorio ADELE
Il Laboratorio per l’Analisi dei Dati ELEmentari (ADELE) è l’ambiente fisico dell’Istat attraverso il quale viene offerto l’accesso ai dati elementari d’indagine, cui non sono stati applicati metodi di controllo per la tutela della riservatezza, a condizione che la richiesta motivi la necessità di questo accesso per scopi scientifici e l’impossibilità di conseguire, attraverso le informazioni già rese disponibili dall’Istat con altri strumenti (banca dati I.Stat, produzione editoriale, tavole di dati, banche dati, file di microdati, elaborazioni personalizzate), i risultati della ricerca.

La sicurezza dei dati e il segreto statistico sono garantiti dal controllo sia dell’ambiente di lavoro sia dei risultati delle analisi condotte dai ricercatori.

L’accesso al Laboratorio ADELE è consentito esclusivamente ai soggetti riconosciuti quale Ente di ricerca dal Comstat o che risultino dall’elenco degli Enti di ricerca riconosciuti da Eurostat. In caso contrario è necessario procedere prioritariamente con la richiesta di riconoscimento.

Presso il Laboratorio ADELE è possibile condurre analisi statistiche su:

  • dati elementari raccolti e validati dall’Istat attraverso le rilevazioni su individui, famiglie, imprese e istituzioni
  • alcune basi di dati che integrano fonti diverse, predisposte al fine di promuovere l’ampliamento delle informazioni a livello di singola impresa.

Per individuare i dati di proprio interesse è possibile consultare l’elenco delle rilevazioni Istat.

L’utenza specializzata che accede al Laboratorio ADELE ha a disposizione numerosi strumenti software (SAS, Stata, R, Spss). Non è prevista alcuna assistenza di tipo tecnico/metodologica.

Gli esperti del Laboratorio valutano l’output prodotto sotto il profilo della riservatezza statistica e consentono il rilascio dei risultati solo se soddisfano precise Regole per il rilascio dei risultati delle elaborazioni.

Per ulteriori informazioni sul Laboratorio ADELE si invitano i ricercatori a consultare la Guida all’utenza.

Procedura per la richiesta
Ai fini di una valutazione preliminare di ammissibilità, il ricercatore responsabile del progetto di ricerca che appartiene a un Ente di ricerca riconosciuto deve presentare all’Istat la seguente documentazione:

  1. Proposta di ricerca, formalizzata a seguito di eventuale richiesta di ammissibilità | All.3 doc | pdf
  2. Dichiarazione individuale di riservatezza del ricercatore responsabile del progetto di ricerca | All.4 doc | pdf
  3. Dichiarazione individuale di riservatezza degli altri ricercatori | All.5 doc | pdf
  4. Attestazione integrativa, in caso di progetti congiunti | All.6 doc | pdf
  5. Copia del documento di riconoscimento del ricercatore responsabile del progetto di ricerca.

Responsabile del progetto

Il ricercatore responsabile del progetto di ricerca è un professore universitario ordinario, associato, aggregato o a contratto; un ricercatore o figura assimilabile, ad esempio tecnologo; un assegnista di ricerca; il responsabile dell’organismo riconosciuto; un dipendente dell’organismo che svolge attività di ricerca; un socio di società scientifica

Referente per le richieste di utilizzo dei dati

Il referente per le richieste di utilizzo dei dati elementari deve coincidere con il nominativo del referente fornito nella domanda di riconoscimento quale Ente di ricerca; in caso di riconoscimento da parte di Eurostat va indicato il nominativo della “Contact person”

Proposta preliminare

Ai fini di una valutazione di ammissibilità, il responsabile del progetto può inviare all’indirizzo rilasciomicrodati@istat.it una proposta di ricerca preliminare, descrivendo il progetto ed esplicitando le finalità scientifiche e la pertinenza dei dati richiesti, secondo quanto indicato nell’Allegato 3

Progetto congiunto

Un progetto congiunto è un progetto di ricerca che prevede la collaborazione di due o più enti. Tutti gli enti partecipanti devono essere riconosciuti. L’Allegato 6 deve essere sottoscritto anche dal referente per le richieste di utilizzo dei dati elementari di ciascun ente collegato

Tutta la documentazione richiesta va sottoscritta e inviata utilizzando una delle seguenti modalità:

Il Laboratorio ADELE è presente presso la sede centrale dell’Istat (Via Cesare Balbo, 16 – 00184 Roma) e tutte le sedi territoriali (ad esclusione dell’Istituto provinciale di Statistica della Provincia autonoma di Bolzano).

Si ricorda infine che altre tipologie di output possono essere richieste attraverso il servizio delle Elaborazioni personalizzate.

 


FILE INTEGRATI

I file integrati derivano dall’integrazione di microdati provenienti da più rilevazioni statistiche. Sono rilasciabili agli Uffici di statistica del Sistan e accessibili presso il Laboratorio ADELE dell’Istat (File per ADELE).

frecciarossa Elenco completo dei file integrati

Ultima modifica: 30 settembre 2019