Precisazione sulla pressione fiscale

L'Istat ha diffuso oggi il comunicato stampa Conto trimestrale delle Amministrazioni pubbliche, il quale contiene, tra l'altro, le componenti della cosiddetta "pressione fiscale". Com'è noto, quest'ultima è calcolata come rapporto tra la somma di imposte dirette, imposte indirette, imposte in c/capitale, contributi sociali e il Prodotto interno lordo (Pil) e non, come erroneamente riportato da alcune testate, come rapporto tra entrate totali delle Amministrazioni pubbliche e Pil. In base al calcolo corretto, il valore della pressione fiscale nei primi nove mesi del 2012 è quindi pari al 41,3% (era il 39,8% nello stesso periodo dell'anno precedente), mentre nel solo terzo trimestre 2012 la pressione fiscale è stata pari al 42,6% (era il 40,6% nel corrispondente trimestre del 2011).

Ufficio stampa

tag:
consumi, conti, conto trimestrale AP, disavanzo, entrate, esportazioni, finanza pubblica, importazioni, indebitamento, investimenti, nota per la stampa, PIL, produzione, pubblica amministrazione, reddito, saldo corrente, saldo primario, valore aggiunto
argomento:
Conti nazionali, Pubblica amministrazione
tipo di documento:
Comunicato stampa
Data di pubblicazione
09 gennaio 2013
Testo integrale
(pdf 213 KB)
Contatti

Sportello per i giornalisti
tel. 06 4673.2243-4
contact centre
ufficiostampa@istat.it

Centro diffusione dati
tel. 06 4673.3102-3-5-6
contact centre

No

Per informazioni scrivi a comunica@istat.it