Classificazione

Covid-19: rapporto ad interim su definizione, certificazione e classificazione delle cause di morte

  • Ascolta questa pagina usando ReadSpeaker
  • Condividi
  • Lascia un feedback

SKIN_EVENTO

L’infezione da SARS-CoV-2 ha portato in Italia e nel mondo un elevato numero di decessi. Al 7 giugno 2020 sono oltre 33.000 i decessi attribuiti a COVID-19 in Italia e circa 400.000 quelli nel mondo. Ai fini di una corretta ed esaustiva valutazione dell’epidemia da SARS-CoV-2, è fondamentale adottare dei criteri standardizzati per misurare e riportare i decessi causati da Covid-19. L’adozione di questi criteri consente di confrontare l’impatto dell’epidemia a livello regionale e internazionale, di valutare in maniera standardizzata l’efficacia di politiche sanitarie per il contenimento dell’infezione e di stimare l’efficacia di
trattamenti farmacologici.

Nel rapporto vengono descritti i criteri standardizzati validi ai fini della definizione, certificazione e classificazione dei decessi per Covid-19, al fine di uniformare le metodologie per l’identificazione dei decessi per Covid-19. In particolare si vuole:

  1. fornire la definizione di un decesso dovuto a Covid-19;
  2. richiamare le regole fondamentali per la corretta certificazione ISTAT delle cause di morte in un decesso per Covid-19;
  3. fornire alcune indicazioni sulla classificazione (codifica) di un decesso per Covid-19;
  4. definire i decessi ai fini dell’indennità INAIL.

Il rapporto recepisce le raccomandazioni dall’OMS su questi temi fornite e le contestualizza alla realtà italiana.

Argomento: Tag: Tipo di documento: id:244763