Riconoscimento come ente di ricerca

La Direttiva n. 11 del 7 novembre 2018 del Comitato di indirizzo e coordinamento dell’informazione statistica (Comstat) stabilisce l’adozione delle “Linee guida per l’accesso a fini scientifici ai dati elementari del Sistema statistico nazionale”, ai sensi dell’art. 5-ter del decreto legislativo n. 33 del 14 marzo 2013. Le linee guida fissano le condizioni in base alle quali gli enti e uffici del Sistan possono consentire ai ricercatori l’accesso per fini scientifici ai dati elementari, di cui sono titolari, privi di riferimenti che permettano l’identificazione diretta delle unità statistiche.

Il riconoscimento di un’organizzazione quale Ente di ricerca è condizione necessaria affinché i ricercatori dell’Ente possano richiedere l’accesso ai file di dati elementari, resi noti dall’Ente del Sistan sul proprio sito istituzionale, tramite Laboratorio o file MFR.

Le organizzazioni che possono essere prese in considerazione per il riconoscimento (art. 5-ter, comma 1, lett. a), del decreto legislativo) sono:

  1. università, o loro strutture interne di ricerca;
  2. enti di ricerca, o loro strutture interne di ricerca;
  3. istituzioni pubbliche o private, o loro strutture interne di ricerca.

Il riconoscimento si intende comunque acquisito qualora l’organizzazione sia già inserita nell’elenco degli Enti di ricerca riconosciuti da Eurostat, ai sensi del Regolamento (UE) n. 557/2013 (art. 5-ter, comma 1, lett. a), del decreto legislativo), oppure nell’elenco degli Enti riconosciuti dal Comstat, che sarà pubblicato su questo sito e sul portale del Sistan.

Per procedere con il riconoscimento è necessario compilare i seguenti moduli:

  • Domanda di riconoscimento dell’Ente (Allegato 1) | doc | pdf |
  • Impegno di riservatezza dell’Ente che richiede il riconoscimento (Allegato 2) | doc | pdf |

ed inviarli utilizzando una delle seguenti modalità:

Linee guida per l’accesso a fini scientifici ai dati elementari del Sistan

Elenco degli enti di ricerca riconosciuti da Eurostat (Regolamento (UE) n. 557/2013)

Ultima modifica: 16 gennaio 2019