[ English ]
Comunicato stampa

Commercio con l’estero

  • Ascolta questa pagina usando ReadSpeaker
  • Condividi
  • Lascia un feedback

Rispetto al mese precedente, ad aprile 2013 si registra una diminuzione per l’import (-0,9%) e un andamento stazionario per l’export (+0,0%).

La stabilità delle esportazioni è la sintesi di un aumento delle vendite verso i paesi Ue (+0,5%) e di una diminuzione verso i paesi extra Ue (-0,7%). I beni di consumo non durevoli sono l’unica tipologia di beni in crescita (+2,2%).

La diminuzione congiunturale dell’import è più accentuata per gli acquisti dai paesi Ue (-1,4%) rispetto ai mercati extra Ue (-0,3%). In forte flessione risultano gli acquisti di beni strumentali (-6,3%).

Rispetto allo stesso mese del 2012, si registra un aumento  per le esportazioni  (+4,4%), dovuto ad una crescita del 3,1% verso l’area Ue e del 6,1% verso l’area extra-Ue. La flessione delle importazioni (-2,6%) è la sintesi di un’accentuata diminuzione dai paesi extra Ue (-10,3%) e di un aumento dai paesi Ue (+4,5%).

Ad aprile 2013 il saldo commerciale è positivo   (+1,9 miliardi), in forte miglioramento rispetto al 2012  (-0,3 miliardi). L’avanzo commerciale è il risultato di un surplus sia con i paesi extra Ue (+1,5 miliardi) sia con quelli Ue (+0,4 miliardi). Al netto dell’energia, il saldo mensile è attivo per 6,5 miliardi.

Ad aprile l’aumento tendenziale dell’export è particolarmente accentuato verso Belgio (+30,2%), paesi MERCOSUR (+21,9%) e paesi ASEAN (+19,1%). Rilevante è l’aumento delle vendite di articoli farmaceutici, chimico-medicinali e botanici (+29,2%), di articoli in pelle, escluso abbigliamento, e simili (+13,4%) e di prodotti alimentari, bevande e tabacco (+12,6%).

Sono in forte diminuzione le importazioni da paesi OPEC (-34,0%), Stati Uniti (-16,0%), e Svizzera           (-7,9%). In forte contrazione gli acquisti di prodotti dell’estrazione di minerali da cave e miniere, esclusi petrolio e gas (-31,9%), gas naturale (-26,4%) e prodotti petroliferi raffinati (-12,2%).

L’aumento delle vendite di articoli farmaceutici, chimico-medicinali e botanici verso il Belgio, metalli di base e prodotti in metallo, esclusi macchine e impianti, verso i paesi OPEC e gli Stati Uniti spiegano quasi un terzo dell’aumento tendenziale dell’export.

Periodo di riferimento: Aprile 2013

Data di pubblicazione: 17 giugno 2013

Download

Contatti

PER INTERVISTE, DICHIARAZIONI E CHIARIMENTI AI MEDIA
Ufficio stampa
Orario 9-19
tel. 06 4673.2243-4
contact centre per i giornalisti
ufficiostampa@istat.it

PER FORNITURA DATI ED ELABORAZIONI
Contact centre
tel. 06 4673.3202
contact centre

PER CHIARIMENTI TECNICI E METODOLOGICI
Laura Esposito
tel. 06 4673.6668-3177
laesposi@istat.it
Lorenzo Soriani
tel. 06 4673.6673
soriani@istat.it


Dal 17 marzo 2016 i dati relativi al commercio estero sono pubblicati nel comunicato Commercio estero e prezzi all’import


Archivio comunicati commercio estero