Informazioni sulla rilevazione

Indagine campionaria sull'inserimento professionale dei laureati

Che cosa è

L’indagine campionaria sull’inserimento professionale dei laureati ha la finalità di conoscere la condizione e il percorso occupazionale dei laureati a distanza di alcuni anni dal conseguimento del titolo.

L’indagine fa parte, unitamente alla rilevazione campionaria sui percorsi di studio e di lavoro dei diplomati di scuola secondaria di secondo grado e all’indagine totale sull’inserimento professionale dei dottori di ricerca, del sistema integrato di rilevazioni Istat sulla transizione dal mondo dell’istruzione a quello del lavoro. Il sistema rappresenta, da una parte, una fonte di dati per l’analisi comparativa della resa dei diversi titoli di studio sul mercato del lavoro, dall’altra, uno strumento utile per valutare l’efficacia del sistema di istruzione superiore nel suo complesso. Le indagini consentono tra l’altro di indagare sull’influenza dell’origine sociale, sia sul processo di selezione scolastica e universitaria, sia sul processo di transizione al lavoro.

L’indagine sull’inserimento professionale dei laureati è la rilevazione di più antica tradizione nell’ambito del sistema integrato sulla transizione istruzione-lavoro: la prima edizione venne svolta nel 1989.

Nel 2015 si svolge la nona edizione che coinvolge un campione di laureati del 2011. L’indagine rientra tra quelle comprese nel Programma statistico nazionale (codice IST–00220), che raccoglie l’insieme delle rilevazioni statistiche necessarie al Paese.

Chi la conduce

La Direzione centrale delle statistiche socio-economiche (DCSE), Servizio Istruzione, formazione e lavoro (IFL), Unità operativa Indagini e analisi della transizione scuola-lavoro, classificazione delle professioni (IFL/F).

Chi viene intervistato

Per l’edizione 2015, l’indagine si rivolge a un campione di laureati che hanno conseguito il titolo nel 2011 in un’Università italiana. Gli Atenei hanno fornito all’Istat i corrispondenti nominativi e recapiti, essendo tenuti per legge (art. 7 del Decreto Legislativo n. 322 del 06/09/89) a fornire i dati necessari per realizzare indagini, come la presente, previste Programma statistico nazionale.

Numerosità campionaria

Per la nona edizione dell’indagine, la raccolta dei dati avviene mediante disegno di campionamento a uno stadio, stratificato per sesso, ateneo e classe di laurea che prevede la selezione di un campione di circa 73.000 laureati, rappresentativo della popolazione dei laureati nei corsi di laurea triennali e nei corsi di laurea specialistici e a ciclo unico.

La lettera di preavviso

Ai laureati coinvolti nell’indagine viene inviata una lettera firmata dal Presidente dell’Istat in cui è presentata l’indagine e sono fornite le istruzioni per accedere alla compilazione online del questionario. La lettera vale come Informativa ai sensi della normativa sulla privacy. Essa contiene anche le credenziali personali (codice utente e password) per l’accesso al questionario.

La tecnica di rilevazione

Le informazioni vengono acquisite attraverso una tecnica mista CAWI/CATI.  I laureati possono compilare il questionario elettronico (tecnica CAWI, Computer-Assisted Web Interviewing) in totale autonomia oppure verranno intervistati telefonicamente (tecnica CATI, Computer-Assisted Telephone Interviewing) dal personale della Società Almaviva Contact S.p.A.. Il questionario elettronico può essere compilato collegandosi al sito internet dell’Istat https://gino.istat.it/laureati e utilizzando le credenziali riportate nell’Informativa. Il sito internet dell’Istat utilizza il protocollo di sicurezza SSL per garantire la protezione dei dati trasmessi.

Periodo di rilevazione

La rilevazione si svolge nel periodo marzo-giugno 2015.

Il questionario di rilevazione

Il questionario di rilevazione si articola in cinque sezioni. La prima sezione è dedicata al curriculum degli studi e alle attività di qualificazione, la seconda al lavoro e la terza alla ricerca del lavoro; nella quarta si raccolgono informazioni relative alla mobilità territoriale dei laureati e nella quinta si rilevano notizie relative alla famiglia d’origine e a quella attuale.

Modalità di diffusione dei dati

I dati elementari della precedente indagine sono disponibili per le attività di studio nella forma di File per la ricercaMicrodati ad uso pubblico.

Il segreto statistico

L’Istat è tenuto per legge a rispettare il segreto statistico (D. Lgs.322/89). I dati raccolti nell’ambito della presente rilevazione, tutelati dal segreto statistico e sottoposti alla normativa sulla protezione dei dati personali, potranno essere utilizzati, anche per successivi trattamenti, esclusivamente per fini statistici dai soggetti del Sistema statistico nazionale e potranno essere comunicati per finalità di ricerca scientifica alle condizioni e secondo le modalità previste dall’art. 7 del Codice di deontologia per i trattamenti dei dati personali effettuati nell’ambito del Sistema statistico nazionale. I medesimi dati saranno diffusi in forma aggregata, in modo tale che non sia possibile risalire ai soggetti che li forniscono o a cui si riferiscono. L’obbligo di risposta per questa rilevazione è sancito dall’art. 7 del D.lgs. n. 322/1989 e dal DPR 26 settembre 2012.

Chi usufruisce dei dati

Istituzioni, Enti di ricerca Nazionali e Internazionali, l’ufficio di statistica della Comunità europea (Eurostat), Università, studenti e tutti i cittadini che ne sono interessati.

Titolarità dei dati

Titolare del trattamento dei dati personali raccolti con la presente indagine è l’Istat – Istituto nazionale di statistica, Via Cesare Balbo, 16 – 00184 Roma; responsabile del trattamento dei dati personali, per l’Istat, è il Direttore Centrale per le statistiche socio-economiche al quale è possibile rivolgersi anche per quanto riguarda l’esercizio dei diritti dell’interessato.

Per informazioni
Servizio Istruzione, formazione e lavoro

Numero verde (gratuito): 800.144.166, attivo con operatore dal lunedì al venerdì dalle 11:15 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 20:30; il sabato dalle 11:30 alle 14:30.

Email: laureati@istat.it

———————————–
Francesca Gallo
tel. 06 4673.4749
gallo@istat.it

Periodo di riferimento: Anno 2015

Data di pubblicazione: 25 maggio 2016

Allegati

Contatti

PER INTERVISTE, DICHIARAZIONI E CHIARIMENTI AI MEDIA
Ufficio stampa
Orario 9-19
tel. 06 4673.2243-4
contact centre per i giornalisti
ufficiostampa@istat.it

PER FORNITURA DATI ED ELABORAZIONI
Centro diffusione dati
tel. 06 4673.3102-3-5-6
contact centre