Audizione parlamentare

Dinamica del sistema dei prezzi e delle tariffe, sull’attività dei pubblici poteri e sulle ricadute sui cittadini consumatori

Senato della Repubblica
Commissione straordinaria per la verifica dell’andamento generale dei prezzi al consumo e per il controllo della trasparenza dei mercati

Audizione dell’Istituto nazionale di statistica

L’accelerazione dell’inflazione manifestatasi tra l’autunno del 2007 e l’estate del 2008 si deve principalmente agli impulsi inflazionistici di origine esterna che hanno sostenuto la crescita dei prezzi dei beni nel comparto energetico e alimentare.

La successiva riduzione dell’inflazione è in gran parte imputabile alla diminuzione che ha coinvolto i prezzi dei beni energetici, mentre quelli degli alimentari hanno registrato una decelerazione molto meno marcata.

Per quanto riguarda i prezzi al consumo dei prodotti energetici, la crescita si è sviluppata in un quadro di notevoli pressioni inflazionistiche generatesi nelle fasi a monte della determinazione del prezzo finale. In particolare, la rilevante crescita dei valori unitari delle importazioni di prodotti energetici ha attivato effetti diretti e indiretti sui prezzi interni, in relazione alla struttura dei costi delle imprese e ai loro comportamenti per la determinazione dei prezzi dei prodotti destinati al mercato interno. Dall’estate del 2008 queste pressioni si sono allentate, favorendo una rapida discesa del tasso d’inflazione sui livelli precedenti l’avvio dello shock energetico.

Un secondo fattore inflazionistico riguarda la dinamica dei prezzi dei prodotti alimentari, inizialmente sostenuta dall’aumento dei prezzi delle materie prime agricole e successivamente trainata dai rincari manifestatisi nelle successive fasi di commercializzazione dei prodotti.

Allo scopo di fornire un contributo all’interpretazione delle tendenze passate e di quelle in atto, di seguito vengono presentate alcune analisi basate sulle informazioni statistiche disponibili sulla dinamica dei prezzi in Italia, misurata nelle diverse fasi: importazione, produzione industriale, consumo finale.
In primo luogo viene presentato il quadro d’insieme dell’inflazione in Italia negli ultimi due anni. I due paragrafi successivi riguardano l’approfondimento dell’analisi del comparto energetico e di quello alimentare. All’interno dei due paragrafi un primo livello di analisi prende in considerazione le tendenze dei valori medi unitari delle importazioni; seguono l’esame dell’andamento dei prezzi alla produzione sul mercato nazionale e le tendenze dei prezzi al consumo.
In generale, i diversi indicatori vengono presentati anche per l’area Uem. Un ulteriore paragrafo è dedicato alla dinamica dei prezzi al consumo dei servizi, sia quelli regolamentati, sia quelli non regolamentati.

Testo dell’audizione

Argomento: Tag: Tipo di documento: id:8210

Data di pubblicazione: 04 marzo 2009

Allegati

Contatti

Sportello per i giornalisti
tel. 06 4673.2243-4
contact centre
ufficiostampa@istat.it

Centro diffusione dati
tel. 06 4673.3102-3-5-6
contact centre