Comunicato stampa

IPCA al netto degli energetici importati

  • Ascolta questa pagina usando ReadSpeaker
  • Condividi
  • Lascia un feedback

L’Istat ha comunicato il 30 maggio scorso gli scostamenti tra realizzazione e previsione dell’inflazione misurata dall’indice IPCA al netto della dinamica dei prezzi dei beni energetici importati per gli anni 2009-2011, nonché la previsione di questo stesso indicatore per gli anni 2012-2015.

Tale stima teneva conto dell’aumento delle aliquote IVA del 10% e del 21% nella misura di due punti percentuali a partire dal mese di ottobre 2012 e di un ulteriore mezzo punto nel 2014, come previsto nel decreto legge n.98/2011 e rimodulato dal decreto legge n.201/2011.

In effetti, il decreto legge 6 luglio 2012, n. 95 ha disposto l’applicazione dell’incremento di due punti delle aliquote IVA del 10% e del 21% dal 1° luglio 2013 al 31 dicembre 2013. Inoltre, a decorrere dal 1° gennaio 2014 le aliquote sono rideterminate nella misura dell’11% e del 22%.

A seguito di tali modifiche normative, il Ministero dell’Economia a delle Finanze ha chiesto all’Istat di effettuare una nuova previsione dell’inflazione misurata dall’indice IPCA al netto della dinamica dei prezzi dei beni energetici importati per gli anni 2012-2015. I risultati sono riportati nel testo integrale allegato.

Periodo di riferimento: Previsioni 2012 - 2015

Data di pubblicazione: 01 agosto 2012

Download

Contatti

PER INTERVISTE, DICHIARAZIONI E CHIARIMENTI AI MEDIA
Ufficio stampa
Orario 9-19
tel. 06 4673.2243-4
contact centre per i giornalisti
ufficiostampa@istat.it

PER FORNITURA DATI ED ELABORAZIONI
Contact centre
tel. 06 4673.3102
contact centre

PER CHIARIMENTI TECNICI E METODOLOGICI
Daniela Fantozzi
tel. 06 4673.7527
fantozzi@istat.it

Fabio Bacchini
tel. 06 4673.3645
bacchini@istat.it