Comunicato stampa

IPCA al netto degli energetici importati

  • Ascolta questa pagina usando ReadSpeaker
  • Condividi
  • Lascia un feedback

L’Istat comunica, per gli anni 2019-2022, gli scostamenti tra realizzazione e previsione dell’inflazione misurata dall’indice IPCA al netto della dinamica dei prezzi dei beni energetici importati, nonché la previsione dell’indicatore per gli anni 2023-2026.

La previsione tiene conto dei cambiamenti metodologici introdotti quest’anno relativi alla scelta dell’indicatore di riferimento da utilizzare per i prezzi dei beni energetici importati e della nuova elasticità di risposta dei prezzi al consumo dei prodotti energetici rispetto alle variazioni tendenziali dei prezzi all’import della componente energia. Essa risulta pari a 0,308.

Nell’aggiornamento della nota metodologica si evidenzia come, nella fase di crescita dei prezzi dei beni energetici relativa al periodo 2021-2022, la stima della nuova elasticità di risposta, con riferimento alla finestra di stima 2013-2022, sia statisticamente più significativa.

Nota. In data 7 giugno 2023 alle ore 12,45, il Testo integrale è stato sostituito per un refuso in tabella. Il primo scostamento della realizzazione 2022 è pari a 1,9 e non a 2,1.

Argomento: Tag: Tipo di documento: id:285348

Periodo di riferimento: Anni 2019-2022

Data di pubblicazione: 07 giugno 2023

Download

Contatti

PER INTERVISTE, DICHIARAZIONI E CHIARIMENTI AI MEDIA
Ufficio stampa
Orario 9-19
tel. 06 4673.2243-4
Contact Centre per i media
ufficiostampa@istat.it

PER FORNITURA DATI ED ELABORAZIONI
Contact centre
tel. 06 4673.3102
contact centre

PER CHIARIMENTI TECNICI E METODOLOGICI
Cristina Brandimarte
tel. 06 4673.6120
cbrandimarte@istat.it

Claudio Vicarelli
tel. 06 4673.7313
cvicarelli@istat.it