Notizia

Cartografia: confini amministrativi e dei sistemi locali del lavoro

Avvertenza

In occasione del 15° Censimento generale della popolazione 2011 l’Istat ha utilizzato un nuovo metodo per la costruzione dei sistemi locali del lavoro. Il metodo, denominato EURO e riconosciuto a livello europeo, garantisce una migliore qualità del risultato finale.

Al fine di consentire la confrontabilità temporale dei risultati, anche i sistemi locali del 2001 sono stati ricostruiti utilizzando il metodo EURO e il medesimo campo di osservazione dei flussi di pendolarismo del 2011.

Pertanto la nuova geografia dei sistemi locali del lavoro 2011 e 2001 sostituisce integralmente quanto pubblicato dall’Istat fino al 17 dicembre 2014. Quanto prodotto precedentemente a tale data sarà oggetto di un successivo, progressivo aggiornamento.


Al Censimento 2001, 31 dicembre 2008, 1° gennaio 2010 e 1° gennaio 2011

In preparazione dei censimenti generali del 2011, l’Istat rilascia i confini amministrativi aggiornati al 1° gennaio 2011. I limiti amministrativi sono costituiti da tre livelli gerarchici a copertura nazionale, rispettivamente regioni, province e comuni.

I dati al 1° gennaio 2011 sono rilasciati in due diverse modalità:

  • in versione non generalizzata ottenuta attraverso una procedura di dissolve per aggregazione delle sezioni di censimento. Ad ogni sezione è associato univocamente un codice comunale che consente la generazione dei limiti comunali, provinciali e regionali;
  • in versione generalizzata ottenuta con lo stesso metodo di aggregazione espresso in precedenza ma a cui è stato applicato un algoritmo di semplificazione che consente di ridurre il dettaglio dei poligoni, diminuendone così le sinuosità. Tale versione è quindi più facilmente utilizzabile per la creazione di cartografia simbolica o di riferimento a livello nazionale. Ai dati è stato aggiunto un suffisso “_g”.

I confini relativi al Censimento 2001, al 31 dicembre 2008 e al 1° gennaio 2010 sono rilasciati solo in versione generalizzata.

Per la visualizzazione dei file in formato shapefile si possono utilizzare gratuitamente i seguenti programmi open source:
– Quantum GIS (http://www.qgis.org)
– GVSIG (http://www.gvsig.com)

Una lista di software GIS open source è disponibile su Wikipedia all’indirizzo
http://en.wikipedia.org/wiki/List_of_geographic_information_systems_software

Per informazioni:

Informazioni territoriali e sistema informativo geografico
tel. 06 4673.4425
email int@istat.it

Periodo di riferimento: Censimento 2001, 31 dicembre 2008, 1° gennaio 2010 e 1° gennaio 2011

Data di pubblicazione: 01 aprile 2011