Audizione parlamentare

Risoluzioni in materia di retribuzione minima oraria

XI Commissione (Lavoro pubblico e privato) Camera dei Deputati

Roma, 17 giugno 2019

Audizione del Presidente dell’Istituto nazionale di statistica Prof. Gian Carlo Blangiardo

 

In questa audizione l’Istat intende offrire un contributo conoscitivo utile per i
lavori della Commissione in merito alle Risoluzioni 7-00012 (Rizzetto), 7-
00215 (Serracchiani) e 7-00216 (Segneri) che impegnano il Governo ad
assumere iniziative normative in materia di retribuzione minima oraria.

L’introduzione di una retribuzione minima oraria garantita per legge punta ad
offrire una tutela minimale per quelle categorie di lavoratori che dovessero
essere escluse dalla copertura di contratti collettivi rafforzando al tempo
stesso la salvaguardia della dignità del lavoro.

Su questa materia, l’Istat è stato recentemente (13 marzo u.s.) audito dalla
11° Commissione del Senato della Repubblica nell’ambito della discussione di
alcuni progetti di legge. In questo documento si ripropongono, ritenendole
utili, alcune simulazioni sull’effetto che l’introduzione di un salario minimo
lordo di €9 sulle retribuzioni di fatto avrebbe in termini di potenziale platea
di beneficiari e costo per le imprese. Queste analisi sono state
integrate per questa occasione con un’ulteriore stima dell’eventuale impatto
dell’introduzione di una retribuzione minima sulle spese delle
Amministrazioni Pubbliche, nell’ipotesi di completa traslazione sui prezzi dei
maggiori oneri sul costo del lavoro.

Il documento procede esplorando le fonti statistiche a disposizione
dell’Istituto che offrono informazioni su settori di attività non coperti
dall’analisi dei paragrafi precedenti. Partendo dall’audizione resa nel 2015
presso la Commissione “Lavoro, previdenza sociale” del Senato, sempre in
materia di salario minimo, sono state aggiornate le parti riguardanti le
retribuzioni contrattuali e i relativi minimi. L’analisi viene
estesa, grazie alle stime di contabilità nazionale, anche ai lavoratori
domestici, una categoria tra le più interessate da questo tipo di
provvedimento. Il documento propone, infine, una breve
considerazione sul meccanismo di rivalutazione annuale del minimo salariale.

Argomento: Tag: Tipo di documento: id:231269

Data di pubblicazione: 18 giugno 2019

Allegati

Contatti

PER INTERVISTE, DICHIARAZIONI E CHIARIMENTI AI MEDIA
Ufficio stampa
Orario 9-19
tel. 06 4673.2243-4
contact centre per i giornalisti
ufficiostampa@istat.it

PER FORNITURA DATI ED ELABORAZIONI
Centro diffusione dati
tel. 06 4673.3102-3-5-6
contact centre