Evento

Terza Giornata della trasparenza in Istat

Convegno
15 Marzo 2019
ore 10.00
Istat, Aula Magna
Via Cesare Balbo, 14 – Roma


Il 15 marzo 2019, presso l’Aula Magna dell’Istat, si svolge la 3a Giornata della trasparenza.

L’iniziativa, organizzata nell’ambito della terza edizione della Settimana dell’Amministrazione Aperta (#SAA2019), presenta una panoramica a tutto campo sul tema della trasparenza, con particolare riferimento alle attività dell’Istituto nazionale di statistica.

Nella prima parte, incentrata sull’applicazione della normativa sulla trasparenza, vengono  affrontati i temi della prevenzione della corruzione e le misure adottate dall’Istituto in tema di trasparenza, disciplina dell’accesso civico e valutazione della performance.

La seconda parte è dedicata alla statistica ufficiale e, a partire da un inquadramento generale del mondo degli open data e del loro stretto rapporto con la statistica ufficiale, tratterà gli aspetti legati alla qualità dei dati e alla trasparenza dei processi.

L’evento è rivolto sia alla comunità scientifica sia alla società civile e rappresenta un’occasione per mettere in evidenza l’importanza che la pratica della trasparenza assume nel contesto di un ente di ricerca pubblico, sia nello svolgimento delle proprie attività, sia nei risultati offerti alla società attraverso la produzione di statistiche di qualità, trasparenti e di pubblico e libero utilizzo.

PROGRAMMA

Galleria fotografica su Flickr

Il materiale presentato è disponibile su SlideShare.


RELATORI

Paolo Weber Paolo Weber

50 anni, triestino, ha ricoperto incarichi dirigenziali in diverse amministrazioni pubbliche. Dal 2005 al 2011 ha diretto importanti direzioni territoriali del Ministero del lavoro (Milano, Lazio); in precedenza, era dirigente amministrativo ospedaliero dell’Azienda per i servizi sanitari di Gorizia. Dal 2012 è all’Istat dove, in una fase iniziale, ha assunto la responsabilità della direzione centrale competente in materia di appalti e di gestione del patrimonio; dal 2015 dirige la direzione delle risorse umane e ricopre l’incarico di responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza dell’Istat.

Vincenzo Lo Moro Vincenzo Lo Moro

Direttore centrale per la pianificazione strategica, il sistema statistico nazionale, le relazioni istituzionali e gli affari internazionali. In precedenza ha diretto in Istat le strutture responsabili della pianificazione, del bilancio, del sistema statistico nazionale e degli uffici regionali, della diffusione e della comunicazione. Si è sempre occupato di ricerche di economia delle organizzazioni pubbliche.

Fabrizio Rotundi Fabrizio Rotundi

Dirigente tecnologo in Istat, è Responsabile del Nucleo di supporto al RPCT, delle iniziative sul Risk Management e sul Sistema di valutazione della performance. Ha una competenza trentennale in Pianificazione, Controllo strategico e di gestione, Budget e Valutazione delle performance, acquisita nel settore privato e pubblico, nonché in progetti aziendali nazionali e internazionali. È docente in tema di Risk Management e anticorruzione per la SNA e per alcune Università e autore di libri e articoli per riviste specializzate. È membro di Commissioni e Task Force ONU/UNECE su politiche organizzative e gestione del personale.

Angela Leonetti Angela Leonetti

Si occupa di monitoraggio degli obblighi di pubblicità a carico dell’Istituto. Ha collaborato alla redazione dei Programmi triennali per la trasparenza e attualmente cura parte dei contributi in materia per i Piani performance e prevenzione della corruzione. Dal 2016 collabora con il Nucleo di presidio a supporto del Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza nel promuovere e monitorare gli adempimenti di pubblicità e trasparenza amministrativa. Collabora alla redazione e pubblicazione del Registro degli accessi.

Valerio Fiorespino Valerio Fiorespino

Laureato in Giurisprudenza all’Università La Sapienza di Roma. Dopo l’esperienza in uno studio legale, nel 1988 è entrato in Rai dove si è occupato di contenzioso del lavoro, relazioni industriali, sviluppo e gestione del personale e organizzazione. In Rai è stato direttore risorse umane e organizzazione, ha avuto la responsabilità delle relazioni industriali e amministrazione ed è stato a capo della direzione risorse televisive. In Istat dal 2016, dove ricopre il ruolo di direttore del Dipartimento per la raccolta dati e lo sviluppo di metodi e tecnologie per la produzione e diffusione dell’informazione statistica.

Stefano De Francisci Stefano De Francisci

In Istat dal 1994, attualmente lavora presso la Direzione centrale per lo sviluppo dell’informazione e della cultura statistica. Si occupa, in particolare, dell’utilizzo in ambito statistico delle nuove tecnologie, quali Big Data, Linked Open Data, Business Intelligence e Visual Analytics. È stato docente a contratto presso Sapienza Università di Roma, dove si è laureato in Scienze Statistiche nel 1979 e specializzato in Ricerca Operativa nel 1992. Ha tenuto numerose docenze in Master di I e II livello su temi inerenti l’impiego delle tecnologie IT in ambito statistico.

Giovanna Brancato Giovanna Brancato

Lavora all’Istat da più di 20 anni, durante i quali ha sempre lavorato nell’ambito della qualità della statistica ufficiale. Coordina la funzione della qualità all’Istat e le attività di indirizzo e valutazione della qualità delle statistiche europee prodotte dalle Altre Autorità Nazionali del Sistan. È leader del corso avanzato sulla qualità nell’ambito del programma europeo di formazione statistica. È membro del Quality Steering Committe e del Quality working group presso Eurostat e del Expert Group delle Nazioni Unite on National Quality Assurance Frameworks.

Massimo Fedeli Massimo Fedeli

Laurea in Matematica all’Università di Roma Tor Vergata e Master IT Governance and Management presso la LUISS. E’ attualmente Direttore Centrale per le tecnologie informatiche e della comunicazione presso l’Istat. E’ stato responsabile dell’Ufficio preposto allo sviluppo del sistema informativo del Dipartimento del Tesoro – MEF e della Ragioneria dello stato – Presso Consip, nonché dell’Ufficio preposto allo sviluppo degli strumenti a supporto del ciclo produttivo, presso SOGEI. E’ stato consulente senior nell’area ‘pianificazione e consulenza strategica’ per la Tecsiel, per conto della quale ha svolto progetti presso molte grandi Pubbliche Amministrazioni e Banche.

Stefano Pizzicannella Stefano Pizzicannella

Dirigente presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Ha ricoperto la funzione di responsabile per gli affari internazionali presso il Dipartimento della funzione pubblica, presso la SSPA e il Comitato per la promozione della leadership. Ha avuto esperienze di studio e lavorative presso il Cabinet Office del Regno Unito, la Commissione Europea, il Parlamento Europeo e la London School of Economics. Attualmente rappresenta l’Italia in organizzazioni internazionali e comitati che si occupano di governance pubblica come Nazioni Unite, OCSE, UE e nel quadro dell’Open Government Partnership..

Tag: Tipo di documento: id:227952

Data evento: 15 marzo 2019