Audizione parlamentare

Esame delle proposte di legge recanti “Modifiche al codice della strada”

IX Commissione (Trasporti, poste e telecomunicazioni) della Camera dei deputati

Roma, 12 febbraio 2019

Audizione del Direttore della Direzione centrale per le statistiche sociali e il censimento della popolazione Vittoria Buratta

In questa audizione l’Istat propone un quadro informativo utile alla revisione del Codice della strada.

Il Codice è stato più volte revisionato nel corso del tempo e quello attualmente in vigore è il Decreto Legislativo N. 285 del 30/04/1992 (Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti G.U. n.114 del 18/05/1992). I più recenti e importanti emendamenti risalgono al 2010, con l’entrata in vigore delle nuove Disposizioni in materia di sicurezza stradale – Legge XX del 29/07/2010, e al 2016, con la Legge sull’omicidio stradale – Legge 41 del 23/03/2016.

La sicurezza stradale è una materia di fondamentale importanza per i cittadini e per i decisori pubblici, e in tale ambito l’Istituto ha già da tempo avviato innovazioni (sia organizzative sia di processo) che hanno consentito notevoli miglioramenti nella produzione e diffusione delle informazioni in termini di dettaglio, tempestività, rilevanza e qualità complessiva.

Con riferimento agli incidenti stradali la più importante novità è stata l’anticipazione a luglio (da novembre) delle stime dei dati definitivi sugli incidenti stradali nell’anno immediatamente precedente, resa possibile grazie all’impegno continuo non solo dell’Istat ma anche dei numerosi soggetti coinvolti con i quali sono state attivate delle collaborazioni1. Con il rilascio di luglio è possibile valutare più tempestivamente l’efficacia delle misure attuate per la sicurezza stradale.

L’analisi della documentazione contenente le proposte di modifica ad alcuni articoli del Codice della Strada attualmente in vigore, ha suggerito di concentrare il contributo su alcuni aspetti specifici collegati al fenomeno dell’incidentalità stradale. Dopo un primo sintetico quadro di contesto sulle abitudini di mobilità delle persone, utile a identificare la platea di quanti si spostano quotidianamente per motivi di studio e di lavoro, si forniscono informazioni sul fenomeno nel suo complesso e, più in dettaglio, sugli incidenti stradali che coinvolgono gli utenti vulnerabili della strada (guidatori delle due ruote a motore, pedoni, ciclisti, ma anche bambini e anziani) e su quelli che vedono il coinvolgimento di mezzi pesanti.

Si presenta, inoltre, un approfondimento sulle contravvenzioni per violazioni al codice della strada e sulle circostanze di incidente legate alle norme di comportamento nella circolazione. In conclusione, sono illustrate alcune iniziative innovative per la produzione di informazione statistica sul tema.

Nota. Il giorno 14 febbraio 2019 alle ore 16.46 è stato sostituito l’Allegato statistico, a causa di un refuso relativo all’anno di riferimento del dato nel titolo delle tavole 6c e 6d.

Data di pubblicazione: 12 febbraio 2019

Allegati

Contatti

Sportello per i giornalisti
tel. 06 4673.2243-4
contact centre
ufficiostampa@istat.it

Centro diffusione dati
tel. 06 4673.3102-3-5-6
contact centre