Indagine sull’inserimento professionale dei dottori di ricerca: informazioni sulla rilevazione

Che cosa è

L’indagine Istat sull’inserimento professionale dei dottori di ricerca ha l’obiettivo di conoscere i tempi e le modalità di inserimento nel mondo del lavoro di tutti coloro che hanno concluso un corso di dottorato di ricerca.

L’indagine fa parte del sistema integrato di rilevazioni Istat sulla transizione dal mondo dell’istruzione al mondo del lavoro insieme alle indagini sui percorsi di studio e di lavoro dei diplomati e sull’inserimento professionale dei laureati. Questo sistema di rilevazioni rappresenta, da un lato, una preziosa fonte informativa per l’analisi comparata della resa dei diversi titoli di studio sul mercato del lavoro e, dall’altro, uno strumento utile per valutare l’efficacia del sistema di istruzione superiore nel suo complesso. Le indagini consentono inoltre di studiare l’influenza dell’origine sociale sul processo di selezione scolastica e universitaria e sul processo di transizione al lavoro.

La rilevazione sull’inserimento professionale dei dottori di ricerca rientra nel Programma statistico nazionale (codice IST-01940), che comprende l’insieme delle rilevazioni statistiche di interesse pubblico ritenute indispensabili per il Paese.
L'Istat è pertanto tenuto per legge a svolgerla.

La precedente edizione d’indagine si è svolta nel 2009.

Chi la conduce

La Direzione centrale delle statistiche socio-economiche (DCSE), Servizio Istruzione, formazione e lavoro (IFL), Unità operativa Indagini e analisi della transizione scuola-lavoro, classificazione delle professioni (IFL/F).

I rispondenti

I destinatari della rilevazione, per l’edizione 2014 dell’indagine, sono tutti i dottori di ricerca che hanno conseguito il titolo nel 2008 e 2010 in un’Università italiana. Gli Atenei hanno fornito all’Istat i corrispondenti nominativi e recapiti, essendo tenuti per legge (art. 7 del Decreto Legislativo n. 322 del 06/09/89) a fornire i dati necessari per realizzare indagini, come la presente, previste Programma statistico nazionale.

La lettera di invito

Ai dottori di ricerca coinvolti nell’indagine viene inviata una lettera firmata dal Presidente dell’Istat in cui è presentata l’indagine e sono fornite le istruzioni per accedere alla compilazione online del questionario. La lettera vale come Informativa ai sensi della normativa sulla privacy. Essa contiene anche le credenziali personali (codice utente e password) per l’accesso al questionario.
Il numero verde e la casella di posta
Nella lettera firmata dal Presidente dell’Istat è riportato il numero verde (gratuito) 800.922297 al quale ci si può rivolgere per avere o per fornire qualsiasi tipo di informazione relativa ai temi d'indagine. E' inoltre attivo un indirizzo di posta elettronica dedicato all'indagine: dottori@istat.it.

Periodo di rilevazione

La rilevazione si svolge nel periodo febbraio – maggio 2014.

La tecnica di rilevazione

Le informazioni vengono acquisite via Web attraverso un questionario elettronico (tecnica CAWI, Computer-Assisted Web Interviewing). I rispondenti sono invitati a collegarsi al sito: https://indata.istat.it/dottori e ad autenticarsi mediante le credenziali riportate nell’Informativa.

Il questionario di rilevazione

Il questionario di rilevazione si articola in cinque sezioni. La prima sezione è dedicata al curriculum degli studi e alle caratteristiche del corso di dottorato; la seconda all’attività lavorativa in corso; la terza alla ricerca di lavoro; la quarta alla mobilità territoriale e la quinta a raccogliere alcune informazioni sulla famiglia attuale e su quella d’origine. La compilazione richiede mediamente 15-20 minuti.

Modalità di diffusione dei dati

I principali risultati delle varie edizioni d’indagine, i dati elementari per le attività di studio nella forma di File per la ricerca, di Microdati ad uso pubblico sono disponibili all’indirizzo http://www.istat.it/it/archivio/dottori+di+ricerca.

Il segreto statistico

L’Istat è tenuto per legge a svolgere questa rilevazione. I dati raccolti nell’ambito della presente rilevazione, tutelati dal segreto statistico e sottoposti alla normativa sulla protezione dei dati personali, potranno essere utilizzati, anche per successivi trattamenti, esclusivamente per fini statistici dai soggetti del Sistema statistico nazionale e potranno essere comunicati per finalità di ricerca scientifica alle condizioni e secondo le modalità previste dall’art. 7 del Codice di deontologia per i trattamenti dei dati personali effettuati nell’ambito del Sistema statistico nazionale. I medesimi dati saranno diffusi in forma aggregata, in modo tale che non sia possibile risalire ai soggetti che li forniscono o a cui si riferiscono. L’obbligo di risposta per questa rilevazione è sancito dall’art. 7 del D.lgs. n. 322/1989 e dal DPR 26 settembre 2012.

Chi usufruisce dei dati

I risultati dell’indagine sono di interesse per molti Enti di ricerca nazionali e internazionali, Università, Istituzioni (tra i quali Eurostat, l’ufficio di statistica delle Comunità europee), ma anche singoli docenti, ricercatori e studenti.

Titolarità dei dati

Titolare del trattamento dei dati personali raccolti con la presente indagine è l’Istat – Istituto nazionale di statistica, Via Cesare Balbo, 16 – 00184 Roma; responsabile del trattamento è il Direttore centrale delle statistiche socio-economiche, al quale è possibile rivolgersi per quanto riguarda l’esercizio dei diritti.

Per informazioni
Servizio Istruzione, formazione e lavoro

numero verde (gratuito) 800.922297
email: dottori@istat.it


Francesca Gallo
Tel. +39 06 4673.4749
tag:
dottori di ricerca, inserimento lavorativo, istruzione, lavoro, occupati, professioni, ricerca e sviluppo, ricercatori, università
argomento:
Istruzione e formazione, Lavoro e retribuzioni
tipo di documento:
Informazioni sulla rilevazione
Periodo di riferimento
febbraio-maggio 2014
Data di pubblicazione
20 gennaio 2015
Contatti

Sportello per i giornalisti
tel. 06 4673.2243-4
contact centre
ufficiostampa@istat.it

Centro diffusione dati
tel. 06 4673.3102-3-5-6
contact centre

No

Per informazioni scrivi a comunica@istat.it