Codici statistici delle unità amministrative territoriali

Codici dei comuni, delle città metropolitane, delle province, delle regioni e variazioni territoriali e amministrative al 23 febbraio 2016

L'Istat, attraverso una verifica periodica presso le Regioni, acquisisce le variazioni territoriali e amministrative che si verificano sul territorio nazionale, documentate dal relativo provvedimento legislativo (esempio: Legge Regionale) pubblicato su un documento istituzionale ufficiale (esempio: Gazzetta Ufficiale, Bollettino Regionale). Le variazioni rilevate fanno riferimento solo alla modifica delle circoscrizioni territoriali, alla istituzione di una nuova unità territoriale, oppure ai cambi di denominazione.

Tutte le variazioni intercorse e recepite dall'Istat sono registrate negli appositi elenchi, pubblicati con cadenza semestrale il 30 giugno e alla fine di ogni anno, quando vengono pubblicati due elenchi: al 31 dicembre e al 1° gennaio dell’anno successivo. Ulteriori aggiornamenti possono essere pubblicati in periodi diversi da quelli previsti, per garantire la tempestiva divulgazione dei codici statistici delle unità territoriali interessate a variazione.

Tutti i file sono rilasciati in formato xls e csv.

Inoltre sono disponibili in download i file elenco dei comuni al 1° gennaio 2015 e al 30 gennaio 2015, cui si fa riferimento nei ricorsi avverso l'Istat per chiederne l'annullamento.

Elenco dei codici statistici e delle denominazioni delle unità territoriali

download Elenco codici statistici e denominazioni delle unità territoriali (csv e xls)
download Archivio degli elenchi dei comuni, codici statistici e denominazioni (xls)

Il file Elenco codici statistici e denominazioni delle unità territoriali contiene la lista dei comuni esistenti alla data riportata nel nome del file.

Ciascun comune è identificato, nel file, da un codice statistico (il codice del comune a sei cifre) e dalla denominazione ufficiale. Inoltre sono riportati i seguenti dati: la ripartizione geografica, i codici statistici di provincia e regione e le rispettive denominazioni; il progressivo del comune all’interno della circoscrizione provinciale; il codice e la denominazione della Città Metropolitana, ove istituita; la popolazione legale all’ultimo censimento; la sigla automobilistica della provincia; i codici NUTS (Nomenclature delle Unità Territoriali) attuali e quelli del regolamento Eurostat precedente. Tutti i campi sono descritti con maggior dettaglio nella legenda del file.

Attenzione: con l’aggiornamento di dicembre 2015 la struttura dei file è cambiata e sono state tolte le classificazioni. Le informazioni eliminate continuano ad essere disponibili all’indirizzo http://www.istat.it/it/archivio/156224, sotto la voce "Classificazioni statistiche".

Elenco dei comuni soppressi

download Elenco dei comuni soppressi (csv e xls)

Il file Elenco dei comuni soppressi contiene la lista dei comuni che sono stati soppressi o ceduti a stato estero a partire dall’Unità d’Italia. Nell’ambito dell’ultima provincia di appartenenza (ai confini del 1999 per i comuni soppressi prima del 1966) i comuni sono identificati con un progressivo che parte dal numero 801, se i territori sono rimasti alla Nazione, oppure da 701, per i comuni ceduti a Stato estero.

Elenco delle denominazioni precedenti

download Elenco delle denominazioni precedenti (csv e xls)

Il file Elenco delle denominazioni precedenti contiene la lista delle denominazioni che non sono più vigenti a causa dei cambi di denominazione occorsi. Il codice identificativo della vecchia denominazione viene generato concatenando al codice della provincia a tre cifre un progressivo nell’intervallo 501-620.

Variazioni amministrative e territoriali dei comuni dal 1991

download Variazioni amministrative e territoriali dal 1991 (csv e xls)

Il file Variazioni amministrative e territoriali dei comuni dal 1991 riporta tutte le variazioni amministrative e di circoscrizione territoriale che hanno riguardato i comuni italiani a partire dalla data del 1° gennaio 1991. Per ogni variazione occorsa, stabilita da un provvedimento legislativo, vengono riportati gli estremi che identificano quest’ultimo e sono documentate tutte le relazioni di reciprocità che il provvedimento innesca tra le unità amministrative (esempio: dati i comuni A e B, se A cede a B, B acquisisce da A).

Codici statistici e denominazioni delle ripartizioni sovracomunali

download Codici statistici e denominazioni delle ripartizioni sovracomunali (csv e xls)

Il file Codici statistici e denominazioni delle ripartizioni sovracomunali contiene, riepilogati in un unico file, i codici territoriali e le denominazioni delle ripartizioni al livello minimo di provincia e/o città metropolitana.

Le novità nel corso del 2015

Nel corso dell’anno 2015 sono stati istituiti per fusione 6 nuovi comuni, a fronte della soppressione di 16. Le variazioni sono occorse nelle province di Trento (3 comuni istituiti e 10 comuni soppressi), di Lucca, di Pordenone e di Lecco (1 comune istituito e 2 comuni soppressi in ciascuna provincia). Nel mese di novembre è stato soppresso il comune di Menarola in provincia di Sondrio, inglobato nel confinante comune di Gordona.

In provincia di Cuneo, il comune di Castellinaldo ha assunto la nuova denominazione di Castellinaldo d’Alba a partire dal 30 gennaio 2015.

Con riferimento alla data del 1° gennaio 2016 si rilevano ulteriori variazioni. Risultano istituiti 25 nuovi comuni per fusione, a fronte della soppressione di 68 comuni esistenti. Le variazioni sono così distribuite: 17 comuni istituiti in provincia di Trento (49 comuni soppressi); 1 comune istituito in ciascuna delle seguenti province: Verbano-Cusio-Ossola, Bologna, Rimini, Parma, Pavia (2 comuni soppressi in ciascuna), Reggio nell’Emilia (4 comuni soppressi); 2 comuni istituiti in provincia di Biella (5 comuni soppressi).

Dal 23 febbraio 2016, con la istituzione in provincia di Belluno dei due nuovi comuni di Alpago e Val di Zoldo per fusione di 5 unità amministrative, il numero dei comuni risulta essere di 8.000 unità.

Città metropolitane

In data 1° gennaio 2015 sono entrate in vigore nove città metropolitane, che subentrano alle province corrispondenti: l’Istat ha provveduto a pubblicare la notizia e i relativi codici all'indirizzo www.istat.it/it/archivio/145343.

Permalink aggiornato al 23 febbraio 2016

A partire dal 30 gennaio 2015 si rendono disponibili i link permanenti dell’elenco dei comuni italiani in formato csv e in formato xls. Tali indirizzi resteranno immutati ad ogni aggiornamento dei file.

Permalink: Elenco dei comuni italiani.csv
Permalink: Elenco dei comuni italiani.xls

ATTENZIONE. Si fa presente che con l'aggiornamento di dicembre 2015 la struttura dei file è cambiata e sono state tolte le classificazioni. Variazioni amministrative e territoriali dal 1991Le informazioni eliminate continuano ad essere disponibili all’indirizzo http://www.istat.it/it/archivio/156224, alla voce “Classificazioni statistiche”.

tag:
comuni, nota informativa, province, regioni, territorio
argomento:
Pubblica amministrazione
tipo di documento:
Classificazione
Periodo di riferimento
al 23 febbraio 2016
Data di pubblicazione
07 marzo 2016
No

Per informazioni scrivi a comunica@istat.it