English
Foreign Trade

Commercio con l’estero

A febbraio si rileva un aumento dello 0,1% rispetto al mese precedente per le esportazioni, determinato da una crescita dello 0,5% delle vendite verso i mercati extra Ue. Le importazioni crescono dello 0,7%, per effetto dell'aumento dell'1,7% sui mercati Ue.

La crescita congiunturale dell'export è più sostenuta per i beni di consumo durevoli (+2,2%) e non durevoli (+1,6%) e negativa per i prodotti energetici (-8,2%). Dal lato dell'import si rileva un aumento significativo per l'energia (+2,8%).

Nell'ultimo trimestre le esportazioni registrano una crescita congiunturale del 2,1%, con un incremento rilevante per i prodotti energetici (+17,9%). Per gli acquisti si osserva una flessione dell'1,6%, più accentuata per i mercati Ue (-2,0%) e per i prodotti intermedi (-4,2%).

A febbraio la crescita tendenziale delle esportazioni è pari al 7,3% e interessa in misura maggiore i mercati extra Ue (+11,8%). L'aumento dello 0,8% delle importazioni è imputabile alla crescita degli acquisti dai Paesi extra Ue (+4,6%).

I volumi esportati sono aumentati del 2,1% rispetto a febbraio 2011, mentre quelli importati sono diminuiti del 5,8%. La dinamica tendenziale dei valori medi unitari è positiva tanto per l'export (+5,1%) quanto per l'import (+6,9%).

Il disavanzo della bilancia commerciale nei primi due mesi dell'anno è di 5,5 miliardi di euro, in miglioramento rispetto al deficit di oltre 9 miliardi dell'anno precedente. Il saldo non energetico è positivo e pari a 6,5 miliardi.

I raggruppamenti principali di industrie più dinamici, rispetto a febbraio 2011, sono stati i beni di consumo non durevoli e i prodotti energetici, sia all'export sia all'import. Risultano in calo le importazioni di prodotti intermedi (-10,8%), di beni di consumo durevoli (-6,6%) e di beni strumentali (-5,2%).

A febbraio la crescita dell'export è trainata dalle vendite di prodotti in metallo verso la Svizzera, di macchinari e apparecchi verso Stati Uniti e Germania, di prodotti petroliferi raffinati verso i paesi OPEC e di articoli farmaceutici verso la Francia.

Il petrolio greggio e il gas naturale dai paesi OPEC, il gas naturale e i prodotti petroliferi raffinati dalla Russia e il gas naturale dai Paesi Bassi forniscono il maggior impulso alla crescita delle importazioni.

tag:
bilancia commerciale, esportazioni, importazioni, statistica flash
argomento:
Commercio estero
tipo di documento:
Comunicato stampa
Periodo di riferimento
Febbraio 2012
Pubblicato
lunedì 16 aprile 2012
Testo integrale
(pdf 597 KB)
Serie storiche
(zip 83 KB)
Nota_metodologica
(pdf 143 KB)
Approfondimento
(zip 121 KB)
Contatti

Integrazione dei dati di commercio estero e analisi territoriale e per impresa
Laura Esposito
tel. 06 4673.3177
laesposi@istat.it
Lorenzo Soriani
tel. 06 4673.6673
soriani@istat.it

Sportello per i giornalisti
tel. 06 4673.2243-4
contact centre
ufficiostampa@istat.it

Centro diffusione dati
tel. 06 4673.3102-3-5-6
contact centre


Archivio comunicati commercio estero
Datawarehouse

I.Stat


No

Per informazioni scrivi a comunica@istat.it