English
Consumer prices

Prezzi al consumo

Nel mese di marzo, l'indice nazionale dei prezzi al consumo per l'intera collettività (NIC), comprensivo dei tabacchi, registra un aumento dello 0,5% rispetto al mese precedente e del 3,3% nei confronti di marzo 2011 (lo stesso valore registrato a febbraio). Il dato definitivo conferma la stima provvisoria.

L'inflazione acquisita per il 2012 è pari al 2,3%.

L'inflazione di fondo, calcolata al netto dei beni energetici e degli alimentari freschi, sale al 2,3% dal 2,2% di febbraio 2012.

Al netto dei soli beni energetici, il tasso di crescita tendenziale dell'indice dei prezzi al consumo scende al 2,2% (era +2,3% a febbraio).

La stabilizzazione dell'inflazione è il risultato della stazionarietà del tasso di crescita tendenziale dei prezzi dei beni (+4,2%, come a febbraio 2012), accompagnato da un lieve rialzo di quello dei servizi (+2,3%, dal +2,2% del mese precedente). Come conseguenza di questi andamenti, il differenziale inflazionistico tra beni e servizi diminuisce di un decimo di punto rispetto al mese di febbraio.

Sotto il profilo settoriale, nel mese di marzo l'aumento congiunturale più sostenuto si è registrato per i Beni energetici non regolamentati (+3,0%). Impatti significativi derivano inoltre dagli aumenti su base mensile dei prezzi dei Tabacchi (+1,6%) e dei Servizi relativi ai Trasporti (+1,4%).

Per effetto soprattutto dei rialzi congiunturali dei beni energetici non regolamentati, i prezzi dei prodotti acquistati con maggiore frequenza registrano un forte aumento su base mensile (+0,6%) e il tasso di crescita tendenziale sale al 4,6% dal 4,5% di febbraio.

L'indice armonizzato dei prezzi al consumo (IPCA) aumenta del 2,5% sul mese precedente, in gran parte a causa del venir meno dei saldi stagionali, e del 3,8% su quello corrispondente del 2011 (era +3,4% a febbraio). Anche in questo caso sono confermate le stime preliminari.

L'indice IPCA a tassazione costante (IPCA-TC), la cui pubblicazione viene avviata in data odierna, aumenta del 2,5% su base mensile e del 2,7% su base tendenziale.

L'indice nazionale dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati (FOI), al netto dei tabacchi, registra un aumento dello 0,4% sul piano congiunturale e del 3,2% su quello tendenziale.

tag:
consumi, FOI, inflazione, IPCA, NIC, prezzi, prezzi al consumo, statistica flash
argomento:
Prezzi
tipo di documento:
Comunicato stampa
Periodo di riferimento
Marzo 2012
Pubblicato
venerdì 13 aprile 2012
Testo integrale
(pdf 406 KB)
Serie storiche
(zip 26 KB)
Note metodologiche
(pdf 85 KB)
Contatti

Sintesi e diffusione degli indici dei prezzi al consumo
Maria Moscufo
tel. 06 4673.4106
moscufo@istat.it

Sportello per i giornalisti
tel. 06 4673.2243-4
contact centre
ufficiostampa@istat.it

Centro diffusione dati
tel. 06 4673.3102-3-5-6
contact centre


1. Archivio comunicati Prezzi al consumo

2. Indici per aggiornare affitti e assegni familiari

3. Rivaluta. Il sistema per calcolare le rivalutazioni monetarie

4. Data warehouse
I.Stat

No

Per informazioni scrivi a comunica@istat.it