Statistiche per le politiche di sviluppo

Il bisogno di disporre di informazioni statistiche disaggregate a livello territoriale cresce in relazione al sostegno che esse offrono ai decisori pubblici per la programmazione e la valutazione delle politiche strutturali e di sviluppo.
Rispondono a questo bisogno informativo i progetti co-finanziati tramite due disciplinari tra il Dipartimento per le politiche di sviluppo e coesione (DPS) del Ministero dello sviluppo economico e l’Istituto nazionale di statistica (Istat), che proseguono e ampliano il lavoro congiunto già attuato nell’ambito del Quadro Comunitario di Sostegno 2000-2006:

I due progetti, finanziati nell’ambito della programmazione dei Fondi strutturali 2007-2013, hanno l’obiettivo di aumentare in modo significativo l’offerta di dati e indicatori a livello territoriale, per suddivisioni amministrative dettagliate (Regioni, Province, Comuni) e per suddivisioni funzionali del territorio (sistemi locali del lavoro, aree protette, altre aree rilevanti per le politiche, ecc.).

In alcuni casi l’attività svolta è diretta a rendere più tempestiva l’informazione regolarmente prodotta dall’Istat, in altri risulta in una messa a punto di rilevazioni ai fini di fornire informazioni più dettagliate a livello regionale o sub-regionale, in altri ancora si concretizza nella produzione di basi dati territoriali originali e pluri-settoriali, di sostegno alla programmazione e alla valutazione delle politiche di sviluppo. Vengono infine sostenuti alcuni studi progettuali e di fattibilità per dar luogo ad una nuova disponibilità di statistiche nel futuro, in particolare in alcuni settori quali Trasporto, Progresso e benessere, Imprenditorialità, Pubblica Amministrazione, Ambiente.


In primo piano

tag:
territorio
argomento:
Ambiente ed energia, Commercio estero, Condizioni economiche delle famiglie, Conti nazionali, Cultura comunicazione e tempo libero, Industria e costruzioni, Istruzione e formazione, Lavoro e retribuzioni, Salute e sanità, Servizi
tipo di documento:
Notizia
Data di pubblicazione
21 febbraio 2011
No

Per informazioni scrivi a comunica@istat.it