English
Non-profit institutions

Censimento permanente delle istituzioni non profit

Il Censimento permanente delle istituzioni non profit, basandosi sull'integrazione dei dati di fonte amministrativa, supera la logica dei censimenti decennali e mira a produrre, con cadenza almeno biennale, le informazioni statistiche storicamente fornite dai censimenti tradizionali.

Le fonti del censimento sono il registro statistico delle istituzioni non profit e le rilevazioni campionarie di settore.

Il registro statistico delle istituzioni non profit, realizzato dall'Istituto attraverso l'integrazione di diverse fonti amministrative, fornisce annualmente i dati di carattere strutturale del settore.

La rilevazione campionaria sulle istituzioni non profit 2016 (prevista dal Programma statistico nazionale 2014-2016 - Aggiornamento 2016) è necessaria a completare il quadro informativo delle caratteristiche delle istituzioni non profit (ad un elevato livello territoriale). L'aggiornamento dei dati offre gli strumenti per cogliere gli aspetti peculiari e la dinamicità del settore non profit, garantendone anche l'analisi in serie storica.

Informazioni di dettaglio sulla rilevazione campionaria sono disponibili sul comunicato stampa dedicato. Il questionario, la guida per la compilazione, i contatti e tutta la documentazione di supporto sono all’indirizzo indata.istat.it/censnp.

La rilevazione coinvolge un campione di circa 40 mila unità estratto dal registro statistico delle istituzioni non profit, è condotta dal 15 novembre 2016 fino al 10 marzo 2017 e ha i seguenti obiettivi:

  • verificare e completare le informazioni presenti nel registro statistico
  • ampliare il patrimonio informativo disponibile tramite approfondimenti tematici e la valorizzazione degli archivi amministrativi
  • ridurre il disturbo statistico e i costi della rilevazione.

I contenuti informativi del questionario sono stati predisposti con la collaborazione di esperti che operano nel settore, di decisori pubblici e di rappresentanti del mondo accademico, nell'ambito del Comitato consultivo appositamente costituito. I dati raccolti sono relativi ai principali aspetti delle istituzioni non profit quali: la forma giuridica e l'organo direttivo; la numerosità e la tipologia di soci; le attività svolte; i destinatari dei servizi erogati; le risorse umane (volontari, addetti, collaboratori) e le loro caratteristiche (categorie professionali e formazione); le risorse economiche; le reti di relazione; le attività di comunicazione e di raccolta fondi.