English
Economic performances of Italian enterprises

Risultati economici delle imprese

Per offrire una lettura più completa dei rapporti tra struttura e performance economica del sistema produttivo italiano, a partire da questa edizione i risultati economici delle imprese dell'industria e dei servizi vengono presentati congiuntamente all'analisi dei gruppi d'impresa e dei risultati economici delle loro controllate residenti in Italia.

Le imprese dell'industria e dei servizi hanno realizzato nel 2014 un valore aggiunto pari a circa 688 miliardi di euro, l'1,5% in più (a prezzi correnti) rispetto al 2013, dopo due anni consecutivi di calo.

Il numero di addetti si riduce dell'1,5% sull'anno precedente mentre la produttività nominale del lavoro (espressa dal valore aggiunto per addetto) aumenta del 3%. La spesa per investimenti è in espansione del 7,3% dopo essere stata in calo per tre anni consecutivi.

Sul piano settoriale, i servizi forniscono il contributo più ampio (57,5%) al valore aggiunto totale dell’industria e dei servizi, seguono industria in senso stretto (35,7%) e costruzioni (6,8%).

Le imprese manifatturiere che esportano mostrano una performance economica migliore rispetto a quelle orientate esclusivamente al mercato interno: la produttività nominale del lavoro è infatti più che doppia (quasi 68mila euro contro oltre 30mila), la profittabilità è tripla (33,3% contro 11,0%) come pure l'intensità degli investimenti (9mila euro per addetto contro 3mila).

Le microimprese (meno di 10 addetti) contribuiscono per il 30,4% al valore aggiunto complessivo, le piccole e medie per il 38,7% e le grandi per il 30,9%.

Nel 2014 i gruppi d'impresa in Italia sono oltre 95 mila, comprendono quasi 219 mila imprese residenti e occupano oltre 5,6 milioni di addetti, generando oltre 376 miliardi di valore aggiunto (il 54,7% del totale industria e servizi e il 70% delle società di capitali).

La dimensione media delle imprese appartenenti a gruppi domestici è di 12,5 addetti, contro 78,6 dei gruppi multinazionali esteri e 87,3 dei gruppi multinazionali a controllo nazionale.

Il 75,5% dei gruppi ha una struttura elementare (1-2 imprese attive); quelli con strutture più articolate (più di 10 imprese residenti) sono la minoranza ma hanno un impatto importante sull'occupazione (31,7% di addetti).

Rilevante è la presenza di piccole e medie imprese nel perimetro di controllo dei gruppi, dove rappresentano il 24,8% delle controllate, il 40% degli addetti e contribuiscono per il 38,8% al valore aggiunto realizzato dai gruppi.

Le imprese manifatturiere appartenenti a gruppi presentano, in media, un livello di produttività prossimo a quello delle grandi imprese. Tuttavia, per i gruppi domestici i livelli di produttività sono prossimi a quelli delle piccole e medie imprese mentre per i gruppi multinazionali risultano superiori a quelli delle grandi.

Per informazioni:

Serena Migliardo
migliard@istat.it
tel. 0646736223

Viviana De Giorgi
degiorgi@istat.it
tel. 0646736144

Roberto Nardecchia
nardecch@istat.it
tel. 0646736180

Antonella Bruno
bruno@istat.it
tel. 0646736415

tag:
attività economica, fatturato, ore lavorate, produttività, risultati attività imprese, risultati economici, statistica report, struttura e competitività, unità di lavoro, valore aggiunto
argomento:
Imprese
tipo di documento:
Comunicato stampa
Periodo di riferimento
Anno 2014
Data di pubblicazione
26 ottobre 2016
Testo integrale e nota metodologica
(pdf 700 KB)
Tavole
(zip 112 KB)
Contatti

Sportello per i giornalisti
tel. 06 4673.2243-4
contact centre
ufficiostampa@istat.it

Centro diffusione dati
tel. 06 4673.3102-3-5-6
contact centre

No

Per informazioni scrivi a comunica@istat.it