English
Child mortality in Italy

La mortalità dei bambini ieri e oggi in Italia

Nel 2011, in Italia, si sono registrati 2084 decessi di bambini sotto i 5 anni di vita.

Poco più di un secolo prima, nel 1887, se ne contavano 399.505. Si è passati cioè da 347 decessi per mille nati vivi a circa 4 per mille.

Oggi il tasso di mortalità dei bambini sotto i 5 anni in Italia è inferiore a quello medio europeo e a quello degli Stati Uniti.

Il confronto con i paesi in via di sviluppo mette in evidenza che il tasso di alcuni paesi africani è vicino a quello che l'Italia presentava negli anni '30 mentre quello di alcuni paesi asiatici è paragonabile al tasso dell'Italia negli anni '50 (Figura 1).

Se alla fine dell''800 i bambini morivano principalmente a causa di malattie infettive, oggi il 72% dei decessi è dovuto a condizioni di origine perinatale (48%) e a malformazioni congenite (24%).

Nel 2011, in Italia, l'85% dei decessi sotto i 5 anni avviene nel primo anno di vita e la metà delle morti si concentra nei primi sette giorni.

Il tasso di mortalità infantile tra i bambini residenti italiani (2,9 per 1.000 nati vivi) è inferiore a quello dei bambini residenti stranieri (4,3).

Nota. Il giorno 23 gennaio 2014 alle ore 11.03 il file “Figure e tabelle” è stato sostituito a seguito delle modifiche ai titoli delle tabelle 5 e 6 e alla cancellazione di dati della prima figura, perchè riportati nelle tabelle successive.

Per informazioni
Luisa Frova
Tel. 06 4673 7382
frova@istat.it

Silvia Simeoni
Tel. 06 4673 7417
silvia.simeoni@istat.it

tag:
mortalità infantile, salute, statistica focus
argomento:
Salute e sanità
tipo di documento:
Comunicato stampa
Periodo di riferimento
Anni 1887-2011
Data di pubblicazione
15 gennaio 2014
Testo integrale
(pdf 874 KB)
Figure e tabelle
(zip 643 KB)
No

Per informazioni scrivi a comunica@istat.it