Rilevazione degli incidenti stradali con lesioni a persone: informazioni sulla rilevazione

L’informazione statistica sull’incidentalità è raccolta dall’Istat mediante una rilevazione totale a cadenza mensile di tutti gli incidenti stradali verificatisi nell’arco di un anno solare sull’intero territorio nazionale che hanno causato lesioni alle persone (morti entro il 30° giorno e feriti).

L’unità di rilevazione è il singolo incidente stradale. La rilevazione è riferita al momento in cui l’incidente si è verificato. È con riguardo a tale momento, quindi, che di ciascuna unità vengono considerati i caratteri e le modalità, le cause o le circostanze determinanti, le conseguenze per le persone e per le cose.

Le variabili rilevate riguardano i principali aspetti del fenomeno: data e località dell’incidente, organo di rilevazione, localizzazione dell’incidente, tipo di strada, , segnaletica, fondo stradale, condizioni meteorologiche, natura dell’incidente (scontro, fuoriuscita, investimento…), tipo di veicoli coinvolti, circostanze dell’incidente, conseguenze dell’incidente alle persone e ai veicoli.

La rilevazione è il frutto di un’azione congiunta e complessa tra una molteplicità di Enti: l’Istat, l’ACI, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, l'ANCI, l'UPI, la Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, il Ministero dell’Interno - Servizio di Polizia Stradale, il Ministero della Difesa – Carabinieri, la Polizia Provinciale, la Polizia Locale, gli Uffici di statistica dei comuni capoluogo di provincia e gli Uffici di statistica e/o Centri di Monitoraggio di alcune Regioni o Province che hanno sottoscritto accordi con l’Istat per il decentramento della raccolta e monitoraggio delle informazioni sull'incidentalità stradale.

La rilevazione avviene tramite la compilazione del modello Ctt/Inc da parte dall’autorità che è intervenuta sul luogo (Polizia stradale, Carabinieri, Polizia provinciale, Polizia municipale) per ogni incidente in cui è coinvolto un veicolo in circolazione sulla rete stradale e che abbia comportato danni alle persone.

Nel caso in cui le informazioni siano preventivamente memorizzate su supporto informatico, gli Organi rilevatori possono inviare direttamente il file all'Istat, seguendo un tracciato record, scaricabile in questa pagina, e la tempistica riportata nella Circolare, tramite i canali di accesso predisposti e allineati agli standard di sicurezza adottati dall'Istat.

Nell'ambito della rilevazione, i dati sono tutelati dal segreto statistico (art. 9 d.lgs. n. 322/1989) e sottoposti alla normativa sulla protezione del dato stesso. Al momento dell'acquisizione delle informazioni, agli interessati deve essere resa un'idonea informativa sull'utilizzo anche a fini statistici dei dati che li riguardano, fornendo le notizie in essa contenute con le modalità ritenute più opportune. La normativa in materia statistica (art. 7, comma 2, del d.lgs. n. 322/1989) stabilisce che non può essere imposto l'obbligo di risposta per il dato sensibile relativo alla circostanza di un incidente determinato da uno stato psico-fisico alterato. Pertanto l'interessato può avvalersi della facoltà di opporsi all'uso statistico di tale dato e deve comunicarlo all'incaricato dell’Organo di rilevazione. Nel caso di decesso del diretto interessato, l'informativa dovrà essere resa al soggetto legittimato a sottoscrivere o visionare il verbale dell'incidente.

I criteri da seguire per l'esecuzione della rilevazione sono contenuti nelle Circolari n.37 e n.38 del 9 dicembre 2015.
Le circolari, predisposte separatamente per i Comuni con flusso standard di rilevazione e per le Regioni, le Province Autonome e le Province, inclusi i comuni compresi in questi territori, aderenti a Protocollo di intesa o a Convenzioni con Istat, presentano gli aspetti salienti della rilevazione, in particolare: le innovazioni rispetto all'anno precedente, l'organizzazione della raccolta dei dati, le modalità e i tempi di invio, le disposizioni in materia di segreto statistico e di protezione dei dati personali, nonché l'obbligatorietà della risposta.

La rilevazione rientra tra quelle comprese nel Programma statistico nazionale, che raccoglie l’insieme delle rilevazioni statistiche necessarie al Paese (PSN -IST 00142).

per informazioni
Servizio Salute, sanità e assistenza

Silvia Bruzzone
tel. ++39 06 4673.7384 fax ++39 06 4667.8257
email bruzzone@istat.it

tag:
autovetture, decessi, feriti, incidenti, veicoli
argomento:
Giustizia e sicurezza, Salute e sanità
tipo di documento:
Informazioni sulla rilevazione
Periodo di riferimento
Anno 2016
Data di pubblicazione
29 gennaio 2016
Contatti

Sportello per i giornalisti
tel. 06 4673.2243-4
contact centre
ufficiostampa@istat.it

Centro diffusione dati
tel. 06 4673.3102-3-5-6
contact centre

No

Per informazioni scrivi a comunica@istat.it