Istruzione e formazione

Istruzione e formazione svolgono un ruolo essenziale nel contesto economico e sociale di una nazione. Titoli di studio più elevati sono associati a maggiori opportunità di lavoro, retribuzioni più alte, migliori condizioni di salute e maggiore impegno sociale dell’individuo, con ricadute positive sull’intera collettività.

Il miglioramento del livello di istruzione e della formazione ha assunto una parte fondamentale nelle politiche economiche e sociali dell’Unione Europea fino a costituire parte integrante di Europa 2020, la strategia decennale per la crescita e l’occupazione varata nel 2010 dall’Unione europea, con l’obiettivo di creare le condizioni per uno sviluppo intelligente, sostenibile e solidale.

I giovani e lo studio: i numeri chiave(per 100 giovani con le stesse caratteristiche)

Istruzione 2014 Italia Ue 28
Giovani di 30-34 anni con istruzione terziaria 23,9 37,9
Giovani di 25-34 anni con almeno un titolo di istruzione/formazione di livello secondario superiore 73,8 83,1
Giovani di 18-24 anni che abbandonano prematuramente gli studi 15,0 11,1
Partecipazione 2014 Italia Ue 21
Tassi di partecipazione al sistema di istruzione e formazione dei giovani di 15-24 anni(a) 55,6 62,1
Tassi di partecipazione al sistema di istruzione e formazione dei giovani 17enni(a) 91,4 93,7
Tassi di partecipazione al sistema di istruzione e formazione dei giovani  di 20-24 anni(a) 35,8 40,3
Tasso di conseguimento di un titolo secondario superiore – 2013 77,7 85,4
Tasso di immatricolazione all’istruzione terziaria – 2013 41,6 63,3
Tasso di conseguimento di un titolo terziario – 2013 34,5 44,9
Competenze 2012 Italia Paesi OCSE
Punteggio medio in lettura 490 496
Studenti con scarse competenze in lettura 19,5 18,0
Studenti con elevate competenze in lettura 6,7 8,4
Punteggio medio in matematica 485 494
Studenti con scarse competenze in matematica 24,7 23,1
Studenti con elevate competenze in matematica 9,9 12,6

(a) Nei tassi di partecipazione al sistema di istruzione e formazione il dato medio Ue è calcolato su 20 paesi (i dati del Lussemburgo sono mancanti).
Fonte: Istat, Rilevazione sulle forze di lavoro, Elaborazioni su dati UOE (Unesco, Oecd, Eurostat), Rilevazione PISA-OCSE 2012

Ultima modifica: 21 aprile 2016