Censimento sui banchi di scuola

  • Ascolta questa pagina usando ReadSpeaker
  • Condividi
  • Lascia un feedback

Con la cerimonia online di premiazione dei migliori lavori, il 19 giugno 2020, si chiude ufficialmente la prima edizione de “Il Censimento permanente sui banchi di scuola”, l’iniziativa promossa dall’Istat in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione.

Partita a ottobre 2019, ha coinvolto circa 150 istituti, 250 classi, 4.700 alunni e 95 sono stati i progetti finali in gara.

Prevista all’interno della Campagna integrata di comunicazione dei Censimenti Permanenti, l’iniziativa nasce con lo scopo di far conoscere alle giovani generazioni le principali innovazioni introdotte nella rilevazione censuaria, oltre a far aumentare la consapevolezza dell’importanza della statistica per la conoscenza, la lettura e la comprensione dei fenomeni territoriali.

Gli alunni delle ultime tre classi della scuola primaria e della scuola secondaria di primo grado sono stati coinvolti in un percorso informativo, centrato sul tema “Censimento e territorio”, e in un concorso di idee. Ogni classe, rappresentata da un docente, è stata chiamata a realizzare un elaborato che raccontasse il proprio territorio attraverso l’utilizzo di dati statistici e a presentarlo ai fini della partecipazione al Contest.

A ottobre 2020 prende il via la seconda edizione.

Per aderire all’iniziativa, totalmente gratuita, è necessario compilare e trasmettere il modulo di partecipazione entro i termini di scadenza indicati nel Regolamento.

Per saperne di più sull’edizione 2019-2020, visita la sezione “Il Censimento permanente sui banchi di scuola” del sito censimentigiornodopogiorno.it

Documenti:

 

Seguici sui canali social twitter instagram youTube linkedin