Istat.it: Ultime notizie L'Istituto nazionale di statistica, ente pubblico di ricerca, È il principale produttore di statistica ufficiale per l'Italia. Interagisce con il mondo scientifico ed opera in autonomia a supporto dei cittadini e dei decisori pubblici. http://www.istat.it/img/istat.gif 2015-07-01T11:30:00+02:00 Istat.it http://www.istat.it/it/archivio Istat.it redazionesito@istat.it http://www.istat.it Dati e analisi dell'Istituto nazionale di statistica possono essere estratti e riprodotti liberamente, a condizione che sia rispettata la loro integrità e venga citata la fonte. <![CDATA[Conto economico trimestrale delle Amministrazioni pubbliche. I trimestre 2015]]> 2015-07-01T10:03:06+02:00 2015-07-01T10:03:06+02:00 http://www.istat.it/it/archivio/163350 Nel primo trimestre 2015 l’indebitamento netto delle Amministrazioni Pubbliche (AP) (dati grezzi) è stato pari al 5,6% del Prodotto interno lordo (Pil). Nel corrispondente trimestre dell’anno precedente era stato pari al 6,0%. <![CDATA[Reddito e risparmio delle famiglie e profitti delle società. I trimestre 2015]]> 2015-07-01T11:11:22+02:00 2015-07-01T15:09:08+02:00 http://www.istat.it/it/archivio/163365 Il reddito disponibile delle famiglie consumatrici in valori correnti nel primo trimestre del 2015 è aumentato dello 0,4% rispetto al trimestre precedente e dello 0,6% rispetto al corrispondente periodo del 2014. Nel primo trimestre del 2015 la propensione al risparmio delle famiglie consumatrici, al netto della stagionalità, è stata pari al 9,2%, in aumento di 0,4 punti percentuali rispetto al trimestre precedente e di 0,6 punti percentuali rispetto al corrispondente trimestre del 2014. <![CDATA[Occupati e disoccupati (dati provvisori). ]]> 2015-06-30T10:03:11+02:00 2015-06-30T10:03:11+02:00 http://www.istat.it/it/archivio/163162 A maggio 2015 gli occupati diminuiscono dello 0,3% (-63 mila) rispetto al mese precedente. Il tasso di disoccupazione resta invariato rispetto al mese precedente al 12,4%. Nei dodici mesi il numero di disoccupati è diminuito dell’1,8% (-59 mila) e il tasso di disoccupazione di 0,2 punti percentuali. <![CDATA[Prezzi al consumo (dati provvisori). Giugno 2015]]> 2015-06-30T11:03:48+02:00 2015-06-30T11:03:48+02:00 http://www.istat.it/it/archivio/163178 Nel mese di giugno 2015, secondo le stime preliminari, l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC), al lordo dei tabacchi, aumenta dello 0,1% sia rispetto al mese precedente sia nei confronti di giugno 2014, registrando lo stesso tasso tendenziale di maggio. <![CDATA[Prezzi alla produzione dei prodotti industriali. Maggio 2015]]> 2015-06-30T12:03:48+02:00 2015-06-30T12:03:48+02:00 http://www.istat.it/it/archivio/163203 Nel mese di maggio 2015 l’indice dei prezzi alla produzione dei prodotti industriali aumenta rispetto al mese precedente dello 0,2% e diminuisce dell’1,9% rispetto a maggio 2014. <![CDATA[Fiducia dei consumatori e delle imprese. Giugno 2015]]> 2015-06-26T10:03:56+02:00 2015-06-26T14:53:26+02:00 http://www.istat.it/it/archivio/163029 L’indice composito del clima di fiducia dei consumatori aumenta a giugno 2015 a 109,5 da 106,0 del mese precedente. Variazioni più marcate mostrano il clima economico (a 139,4 da 130) e quello futuro (a 119,4 da 114,7). Anche l’indice composito del clima di fiducia delle imprese italiane sale a 104,3 da 101,8 di maggio. Riguardo le imprese, crescono tutti i climi di fiducia: quello delle costruzioni (a 119,7 da 111,8), quello dei servizi di mercato (a 109,0 da 105,1), quello del commercio al dettaglio (a 105,9 da 103,9) e, in maniera più lieve, quello del settore manifatturiero (a 103,9 da 103,4).