Istat.it: Ultime notizie L'Istituto nazionale di statistica, ente pubblico di ricerca, È il principale produttore di statistica ufficiale per l'Italia. Interagisce con il mondo scientifico ed opera in autonomia a supporto dei cittadini e dei decisori pubblici. http://www.istat.it/img/istat.gif 2017-04-24T11:30:00+02:00 Istat.it http://www.istat.it/it/archivio Istat.it redazionesito@istat.it http://www.istat.it Dati e analisi dell'Istituto nazionale di statistica possono essere estratti e riprodotti liberamente, a condizione che sia rispettata la loro integrità e venga citata la fonte. <![CDATA[Notifica dell’indebitamento netto e del debito delle amministrazioni pubbliche secondo il trattato di Maastricht. Anni]]> 2017-04-24T12:05:44+02:00 2017-04-24T11:41:31+02:00 http://www.istat.it/it/archivio/199123 Nel 2016 l’indebitamento netto delle Amministrazioni Pubbliche (-40.809 milioni di euro) è stato pari al 2,4% del Pil, in diminuzione di circa 3,4 miliardi rispetto al 2015 (-44.197 milioni di euro, corrispondente al 2,7% del Pil). Il saldo primario (indebitamento netto al netto della spesa per interessi), stabile rispetto al 2015, è risultato positivo e pari all’1,5% del Pil. La spesa per interessi, che secondo le nuove regole non comprende l’impatto delle operazioni di swap, è stata pari al 4% del Pil, in diminuzione di 0,1 punti percentuali rispetto al 2015. <![CDATA[Fatturato e ordinativi dell’industria. Febbraio 2017]]> 2017-04-21T10:07:25+02:00 2017-04-21T09:48:44+02:00 http://www.istat.it/it/archivio/199086 A febbraio, rispetto al mese precedente, nell’industria si rileva un aumento sia del fatturato (+2,0%), sia degli ordinativi (+5,3%). L’incremento del fatturato segue la più ampia flessione congiunturale registrata a gennaio (-3,5%) e riallinea l’indice destagionalizzato ad un livello di poco superiore alla media dei tre mesi precedenti. Nel confronto con il mese di febbraio 2016, l’indice grezzo degli ordinativi segna un aumento del 7,8%. L’incremento più rilevante si registra nella fabbricazione di mezzi di trasporto (+46,4%, risultato influenzato principalmente dalla cantieristica). <![CDATA[Produzione nelle costruzioni e costi di costruzione. Febbraio 2017]]> 2017-04-20T10:10:16+02:00 2017-04-20T09:25:40+02:00 http://www.istat.it/it/archivio/199076 A febbraio 2017, rispetto al mese precedente, l’indice destagionalizzato della produzione nelle costruzioni registra un aumento del 4,6%, recuperando totalmente la flessione di gennaio e posizionandosi a un livello di poco superiore a quello osservato a dicembre. Su base annua, a febbraio 2017 si registra un aumento dell’1,6% per l’indice della produzione nelle costruzioni corretto per gli effetti di calendario e una diminuzione del 2,6% per quello grezzo (i giorni lavorativi sono stati 20 contro i 21 di febbraio 2016). <![CDATA[Commercio con l’estero e prezzi all’import dei prodotti industriali. Febbraio 2017]]> 2017-04-19T10:07:14+02:00 2017-04-19T09:41:14+02:00 http://www.istat.it/it/archivio/199044 Rispetto al mese precedente, a febbraio 2017 si registra una diminuzione per le esportazioni (-2,0%) e un aumento per le importazioni (+1,3%). Il calo congiunturale dell’export, dopo quattro mesi di continua espansione, è determinato dalle vendite verso i mercati extra Ue (-4,7%) mentre per l’area Ue (+0,3%) si registra un contenuto aumento. Tutti i principali raggruppamenti di industrie sono in flessione, a eccezione dei beni di consumo durevoli (+2,7%), che registrano una crescita. Nel mese di febbraio 2017 l’indice dei prezzi all’importazione dei prodotti industriali aumenta dello 0,4% rispetto al mese precedente e del 5,7% nei confronti di febbraio 2016. <![CDATA[Le attività estrattive da cave e miniere. Anni 2013-2015]]> 2017-04-19T12:10:14+02:00 2017-04-19T14:53:13+02:00 http://www.istat.it/it/archivio/199060 Nel 2014 in Italia sono presenti 5.353 siti estrattivi attivi e non attivi (5.210 cave e 143 miniere), il 6,8% in meno rispetto all’anno precedente. I comuni interessati dalla presenza di almeno un sito estrattivo sono 2.105 (il 26,3% del totale). I siti attivi produttivi nell’anno ammontano a 2.737 (2.652 cave e 85 miniere) dai quali si estraggono complessivamente circa 185,8 milioni di tonnellate di minerali (-4,8% rispetto al 2013). Le estrazioni da cave (circa 172,9 milioni di tonnellate) rispetto al 2013, diminuiscono del 3,8% mentre quelle da miniere (12,8 milioni di tonnellate) del 16,4%. <![CDATA[Documento di Economia e Finanza 2017]]> 2017-04-19T20:34:47+02:00 2017-04-19T20:37:41+02:00 http://www.istat.it/it/archivio/199069 Audizione dell’Istituto nazionale di statistica di fronte alle commissioni riunite di Camera e Senato Istat.it
.

Appuntamenti

____

Contenuti interattivi

Contenuti interattivi

Scorciatoie