Istat.it: ultime notizie L'Istituto nazionale di statistica, ente pubblico di ricerca, È il principale produttore di statistica ufficiale per l'Italia. Interagisce con il mondo scientifico ed opera in autonomia a supporto dei cittadini e dei decisori pubblici. http://www.istat.it/img/istat.gif 2014-08-29T11:30:00+02:00 Istat.it http://www.istat.it/it/archivio Istat.it redazionesito@istat.it http://www.istat.it Dati e analisi dell'Istituto nazionale di statistica possono essere estratti e riprodotti liberamente, a condizione che sia rispettata la loro integrità e venga citata la fonte. <![CDATA[Agenda settimanale delle diffusioni e degli eventi]]> 2012-06-15T13:47:51+02:00 2014-08-31T18:16:33+02:00 http://www.istat.it/it/archivio/64860 Nell'agenda settimanale vengono segnalate le diffusioni, i comunicati e gli aggiornamenti di banche dati previsti nella settimana a venire <![CDATA[Occupati e disoccupati. II trimestre 2014]]> 2014-08-29T10:01:36+02:00 2014-08-29T10:01:36+02:00 http://www.istat.it/it/archivio/130451 Nel secondo trimestre 2014 rallenta la riduzione tendenziale del numero di occupati (-0,1%, pari a -14.000 unità in un anno), dovuta all’aumento nel Nord (+0,3%, pari a +36.000 unità) e nel Centro (+0,8%, pari a 40.000 occupati) a fronte del nuovo calo nel Mezzogiorno (-1,5%, pari a -90.000 unità). Si interrompe la flessione per gli uomini a cui si associa una lieve riduzione per le donne (-0,2%, pari a -15.000 unità). Al persistente calo degli occupati di 15-34 anni e dei 35-49enni (-4,0% e -1,6%, rispettivamente) continua a contrapporsi la crescita di quelli con almeno 50 anni (+5,5%). <![CDATA[Occupati e disoccupati (dati provvisori). Luglio 2014]]> 2014-08-29T10:01:23+02:00 2014-08-29T10:06:35+02:00 http://www.istat.it/it/archivio/130452 A luglio 2014 gli occupati sono 22 milioni 360 mila, in diminuzione dello 0,2% rispetto al mese precedente (-35 mila) e dello 0,3% su base annua (-71 mila). Il tasso di occupazione, pari al 55,6%, diminuisce di 0,1 punti percentuali sia in termini congiunturali sia rispetto a dodici mesi prima. <![CDATA[Prezzi al consumo: dati provvisori. Agosto 2014]]> 2014-08-29T11:05:58+02:00 2014-08-29T12:37:36+02:00 http://www.istat.it/it/archivio/130487 Nel mese di agosto 2014, secondo le stime preliminari, l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC), al lordo dei tabacchi, aumenta dello 0,2% rispetto al mese precedente e diminuisce dello 0,1% nei confronti di agosto 2013 (era +0,1% a luglio). La dinamica tendenziale dell’indice generale è da imputare principalmente all’accentuarsi della flessione su base annua dei prezzi dei Beni energetici (con quelli non regolamentati che da +0,4% di luglio passano a -1,2%) e al rallentamento della crescita tendenziale dei prezzi dei servizi; andamenti solo in parte controbilanciati dal ridimensionamento della flessione dei prezzi degli Alimentari non lavorati (-1,7%, da -2,9% di luglio). <![CDATA[Conti economici trimestrali. II trimestre 2014 ]]> 2014-08-29T12:10:33+02:00 2014-08-29T16:31:05+02:00 http://www.istat.it/it/archivio/130505 Nel secondo trimestre del 2014 il prodotto interno lordo (PIL), espresso in valori concatenati con anno di riferimento 2005, corretto per gli effetti di calendario e destagionalizzato, è diminuito dello 0,2% sia rispetto al trimestre precedente, sia nei confronti del secondo trimestre del 2013. La stima preliminare diffusa il 6 agosto 2014 scorso aveva rilevato la stessa diminuzione congiunturale e una diminuzione tendenziale dello 0,3%. <![CDATA[Nota mensile sull’andamento dell’economia italiana. Agosto 2014]]> 2014-08-29T17:01:16+02:00 2014-08-29T17:01:16+02:00 http://www.istat.it/it/archivio/130590 Il primo semestre del 2014 si è chiuso con una riduzione dell’attività economica determinata dal contributo negativo degli investimenti e dall’indebolimento dell’export. La caduta dell’occupazione si è ridotta.