English
Guidelines

Linee guida per la qualità

Le Linee guida per la qualità sviluppate dall’Istat contengono i principi per la progettazione, l’esecuzione e il controllo di qualità dei processi produttivi statistici e la descrizione dei metodi per garantire l'aderenza ai principi stessi. Esse sono lo standard di riferimento per la valutazione della qualità, sia di processo che di prodotto, dei processi condotti dall'Istat. Le Linee guida sono infatti utilizzate dall’Istat nelle procedure di audit e auto-valutazione statistico-metodologico.

Le Linee guida per la qualità dei processi statistici di fonte amministrativa (versione 1.1 di Agosto 2016) contengono i principi per l’acquisizione e l’integrazione di dati amministrativi e per la diffusione di statistiche prodotte utilizzando dati di fonte amministrativa. Esse sono organizzate in tre parti. La prima parte riguarda i principi dell'acquisizione e valutazione della qualità dei dati di input. La seconda parte riguarda le fasi proprie del processo produttivo e sviluppa i principi in relazione ai sotto-processi del Generic Statistical Business Process Model (GSBPM) rilevanti nei vari utilizzi dei dati amministrativi, e in base ad uno specifico modello per l’identificazione delle fonti di errore. La terza parte riguarda la qualità delle statistiche prodotte, o qualità dell'output. L'appendice riporta principi e linee guida per l'acquisizione centralizzata di archivi amministrativi e il loro pre-trattamento, monitoraggio e rilascio per usi interni.

Le Linee guida per la qualità dei processi statistici (versione 1.1 di dicembre 2012) contengono i principi per la progettazione, esecuzione e controllo di una rilevazione statistica e i requisiti di qualità che le statistiche devono soddisfare.

Presentazione delle Linee guida per la qualità dei processi statistici di Enrico Giovannini.