Istat.it: Comunicato stampa L'Istituto nazionale di statistica, ente pubblico di ricerca, È il principale produttore di statistica ufficiale per l'Italia. Interagisce con il mondo scientifico ed opera in autonomia a supporto dei cittadini e dei decisori pubblici. http://www.istat.it/img/istat.gif 2018-01-18T10:30:00+01:00 Istat.it http://www.istat.it/it/archivio/comunicato-stampa?type=atom Istat.it redazionesito@istat.it http://www.istat.it Dati e analisi dell'Istituto nazionale di statistica possono essere estratti e riprodotti liberamente, a condizione che sia rispettata la loro integrità e venga citata la fonte. <![CDATA[Produzione nelle costruzioni e costi di costruzione. Novembre 2017]]> 2018-01-18T10:00:07+01:00 2018-01-18T09:41:32+01:00 http://www.istat.it/it/archivio/208391 A novembre 2017, rispetto al mese precedente, l’indice destagionalizzato della produzione nelle costruzioni registra un incremento dello 0,4%. Nello stesso mese, gli indici di costo del settore aumentano dello 0,1% per il fabbricato residenziale e dello 0,2% per il tronco stradale senza tratto in galleria mentre diminuisce dello 0,1% l’indice del tronco stradale con tratto in galleria. <![CDATA[Indicatori dei permessi di costruire. I semestre 2017]]> 2018-01-17T10:01:30+01:00 2018-01-17T10:04:16+01:00 http://www.istat.it/it/archivio/208359 Nel secondo trimestre del 2017 si rileva un significativo incremento congiunturale del numero di abitazioni in nuovi fabbricati residenziali (+7,8%), che rafforza i segnali di crescita già rilevati nei primi tre mesi (+3,5%). La superficie in fabbricati non residenziali, dopo il forte aumento registrato nel primo trimestre (+20,2%), nel secondo subisce invece una flessione (-4,7%). <![CDATA[La soddisfazione dei cittadini per le condizioni di vita. Anno 2017]]> 2018-01-17T11:01:53+01:00 2018-01-17T18:13:54+01:00 http://www.istat.it/it/archivio/208373 Nei primi mesi del 2017, dopo l’evidente crescita registrata nel corrispondente periodo del 2016, la soddisfazione dei cittadini per le condizioni di vita non mostra ulteriori segni di progresso. Rispetto al 2016, si rileva una complessiva conferma delle stime sulla percezione della situazione economica di famiglie e individui. Stabile anche la soddisfazione per le relazioni familiari, le condizioni di salute e il lavoro mentre è in leggera diminuzione quella per le relazionali amicali e il tempo libero. In lieve flessione, pur mantenendosi su livelli superiori al 2015, la stima delle persone di 14 anni e più che esprimono un’alta soddisfazione per la propria vita nel complesso: dal 41% del 2016 al 39,6% del 2017. <![CDATA[Prezzi al consumo. Dicembre 2017]]> 2018-01-16T10:00:47+01:00 2018-01-16T10:27:15+01:00 http://www.istat.it/it/archivio/208322 A dicembre 2017, l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC), al lordo dei tabacchi, aumenta dello 0,4% su base mensile e dello 0,9% rispetto a dicembre 2016 (stessa variazione tendenziale di novembre). La stima preliminare è confermata. In media, nel 2017 i prezzi al consumo registrano una crescita dell’1,2% dopo la lieve flessione del 2016 (-0,1%). L’”inflazione di fondo”, al netto degli energetici e degli alimentari freschi, si attesta a +0,7%, un tasso solo di poco più elevato rispetto a quello del 2016 (+0,5%). <![CDATA[Commercio con l’estero e prezzi all’import dei prodotti industriali. Novembre 2017]]> 2018-01-16T11:00:08+01:00 2018-01-16T10:58:34+01:00 http://www.istat.it/it/archivio/208332 Rispetto al mese precedente, a novembre 2017 si registra un aumento sia per le esportazioni (+2,1%) sia, in misura più contenuta, per le importazioni (+1,4%). La crescita congiunturale dell’export è la sintesi del marcato aumento delle vendite verso i mercati extra Ue (+6,7%) e di una contenuta flessione verso l’area Ue (-1,4%). Si segnala il forte incremento dei beni strumentali (+5,1%), dovuto anche alla vendita di mezzi di navigazione marittima. <![CDATA[I prodotti agroalimentari di qualità. Anno 2016]]> 2018-01-15T10:00:06+01:00 2018-01-15T10:33:17+01:00 http://www.istat.it/it/archivio/208269 Nel 2016 si rafforza la tendenza crescente del settore dei prodotti agroalimentari di qualità nelle sue diverse dimensioni (produttori, trasformatori, allevamenti, superfici e numero di prodotti riconosciuti). Rispetto al 2015 il numero di produttori delle Dop, Igp e Stg aumenta del 4,4%, sintesi della lieve diminuzione registrata al Nord (-0,3%) e del consistente aumento rilevato nel Mezzogiorno (+12%) e nel Centro (+2,5%). Cresce anche il numero dei trasformatori (+4,6%), soprattutto nel Mezzogiorno (+16,2%) e in misura più lieve nel Nord (+0,3%), che compensano largamente la diminuzione osservata al Centro (-0,4%). <![CDATA[Produzione industriale. Novembre 2017]]> 2018-01-12T10:00:03+01:00 2018-01-12T11:51:10+01:00 http://www.istat.it/it/archivio/207442 A novembre 2017 l’indice destagionalizzato della produzione industriale segna una variazione nulla rispetto ad ottobre. Nella media del trimestre settembre-novembre 2017 la produzione è diminuita dello 0,2% nei confronti dei tre mesi precedenti. Corretto per gli effetti di calendario, a novembre 2017 l’indice è aumentato in termini tendenziali del 2,2% (i giorni lavorativi sono stati 21 come a novembre 2016). <![CDATA[Commercio al dettaglio. Novembre 2017]]> 2018-01-11T10:00:57+01:00 2018-01-11T09:30:53+01:00 http://www.istat.it/it/archivio/208212 A novembre 2017 le vendite al dettaglio aumentano, rispetto al mese precedente, dell’1,1% in valore e dello 0,8% in volume. In particolare, si registrano incrementi sia per le vendite di beni alimentari (+1,1% in valore e +1,0% in volume) sia per quelle di beni non alimentari (+1,0% in valore e +0,7% in volume). Nella media del trimestre settembre-novembre 2017, l’indice complessivo delle vendite al dettaglio registra, rispetto al trimestre precedente, un aumento dello 0,2% in valore e una flessione dello 0,2% in volume. Quest’ultima è dovuta, in particolare, alla dinamica negativa registrata nel periodo per i volumi dei beni alimentari (-0,7%). <![CDATA[Prezzi delle abitazioni (dati provvisori). III trimestre 2017]]> 2018-01-10T10:00:47+01:00 2018-01-10T12:17:14+01:00 http://www.istat.it/it/archivio/208149 Nel terzo trimestre 2017, secondo le stime preliminari, l’indice dei prezzi delle abitazioni (IPAB) acquistate dalle famiglie, sia per fini abitativi sia per investimento, diminuisce dello 0,5% rispetto al trimestre precedente e dello 0,8% nei confronti dello stesso periodo del 2016 (era -0,2% nel secondo trimestre). <![CDATA[Euro-zone economic outlook. IV trimestre 2017 e I e II trimestre 2018]]> 2018-01-10T10:05:05+01:00 2018-01-10T09:58:58+01:00 http://www.istat.it/it/archivio/208156 L'economia nell'area dell'euro è attesa crescere su ritmi sostenuti. Nel quarto trimestre 2017 e nel primo trimestre 2018 il Pil è previsto mantenere lo stesso ritmo di espansione dei quattro trimestri precedenti (+0,6%). Un lieve rallentamento dovrebbe manifestarsi solo nel secondo trimestre del 2018 (+0,5%). Gli investimenti costituiranno il principale driver della crescita che sarà sostenuta anche dai consumi privati, attesi aumentare a un ritmo più lento rispetto alla prima metà del 2017. Istat.it
English
Press release

Comunicato stampa

< Più recente | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | Meno recente >