Reti d’impresa − Gli effetti del contratto di Rete sulla performance delle imprese

La rilevanza crescente assunta dal contratto di Rete nel corso degli anni è alla base del progetto di ricerca avviato nel 2014 dal Centro Studi Confindustria (CSC) e dall'Istat con la collaborazione di RetImpresa.

A marzo 2016 è stato presentato il primo rapporto congiunto sui contratti di Rete, nel quale sono state tracciate le principali caratteristiche delle aggregazioni in termini di estensione geografica, numero di soggetti coinvolti e composizione settoriale. Si è inoltre delineato l'identikit delle imprese che hanno aderito a un contratto di Rete e si è mostrato come il profilo strutturale e strategico dei contraenti sia cambiato in modo significativo nel corso degli anni, avvicinandosi sempre più a quello dell'impresa
"media" dell'economia italiana.

Il presente rapporto costituisce il naturale proseguimento del precedente e si compone di due parti. La prima dà contezza del grado di diffusione del fenomeno raggiunto fino ad oggi e analizza l'evoluzione temporale delle connessioni inter-settoriali e inter-provinciali tra le imprese partecipanti, fornendo inoltre una mappa di quella parte della filiera produttiva nazionale già entrata in relazione stabile attraverso il contratto di Rete. La seconda parte è dedicata invece alla valutazione quantitativa dell'efficacia del contratto di Rete come strumento a sostegno della competitività delle imprese Italiane, attraverso la stima degli effetti prodotti sulla dinamica di occupazione e fatturato delle imprese contraenti.

Volume | Comunicato stampa | Evento di presentazione

tag:
Censimento industria e servizi, competitività, edizioni non Istat, imprese, industria
argomento:
Imprese, Industria e costruzioni
tipo di documento:
Produzione editoriale
Data di pubblicazione
20 novembre 2017
Volume
(pdf 3 MB)
No

Per informazioni scrivi a comunica@istat.it