Rilevazione pressione antropica e rischi naturali. Le attività estrattive da cave e miniere

Che cosa è

La rilevazione “Pressione antropica e rischi naturali. Le attività estrattive da cave e miniere”, giunta alla seconda edizione, ha come principale obiettivo quello di aggiornare al 2017 la banca dati Istat delle variabili sulle attività estrattive di risorse minerali non energetiche. In presenza di un crescente fabbisogno informativo nazionale ed internazionale, con questa rilevazione si vuole costruire un quadro conoscitivo completo e aggiornato del fenomeno estrattivo su base regionale, con particolare riferimento ad aspetti ambientali strettamente collegati allo sfruttamento di risorse naturali non rinnovabili. Vengono inoltre calcolati, su base annua, indicatori delle pressioni ambientali esercitate sull'ambiente naturale e sul territorio, derivanti dalle attività connesse all'estrazione di minerali. Questi indicatori consentono di analizzare, nel medio periodo, l'evoluzione dei fenomeni osservati e la loro geografia.

Come vengono raccolti i dati

L'informazione statistica di base è raccolta direttamente presso gli archivi amministrativi delle istituzioni pubbliche locali, competenti in materia estrattiva (Regioni, Provincie, Provincie Autonome e Distretti minerari). Gli archivi contengono dati di normativa regionale di settore, atti autorizzativi alla coltivazione di siti estrattivi, piani regionali o provinciali delle attività estrattive, comunicazioni trasmesse alle autorità locali competenti dalle imprese autorizzate alla coltivazione. Le istituzioni locali rappresentano le unità di rilevazione, mentre i singoli siti estrattivi (cave e miniere) le unità di analisi. Per singolo sito estrattivo autorizzato alla coltivazione vengono richiesti dati annuali su 30 variabili inerenti informazioni di tipo amministrativo e 68 variabili sull'attività estrattiva condotta dalle imprese autorizzate. In particolare, attraverso la rilevazione sono raccolti dati su circa cento tipi di risorse minerali che, per esigenze di analisi e rappresentazione, vengono diffusi in forma di macro-aggregati sulla base di criteri di classificazione litologica e mineralogica.

Per la raccolta di tali informazioni sono stati inviati ai rispondenti:

  1. la Guida per la compilazione;
  2. il tracciato record Autorizzazioni e concessioni;
  3. il tracciato record Comunicazioni dati impresa.

Come indicato nella lettera informativa del Presidente dell'Istat del 26 settembre 2017, i dati richiesti ai fini della rilevazione dovranno essere trasmessi all'ufficio competente dell'Istat attraverso il sito Indata.

Le procedure di registrazione, invio file e scarico documenti appena descritte, così come tutte le altre funzionalità, sono dettagliate nelle specifiche "Istruzioni" presenti nel sito Indata.

Qual è il periodo di rilevazione

La rilevazione è stata avviata il 28 settembre 2017. I dati, devono essere inviati all'Istat entro il 28 febbraio 2018.

Gli anni di riferimento della rilevazione sono il 2015, 2016 e 2017.

Inoltre, vengono richiesti per la prima volta dati e informazioni sulle acque minerali e termali. In relazione a queste risorse minerali da miniera, gli anni richiesti partono dal 2013 per allineare le informazioni relative alla banca dati Istat già costruita. Con l'obiettivo di completare il quadro del fenomeno estrattivo sul territorio, viene richiesta la fornitura di dati sullo stato di ripristino inerenti tutti i siti dismessi dal 2000 per Regione.

Come consultare i risultati dell’indagine

Per consultare i risultati della rilevazione “Pressione antropica e rischi naturali. Le attività estrattive da cave e miniere”, si può fare riferimento alle principali pubblicazioni diffuse ufficialmente dall'Istat e disponibili sul sito istituzionale:

Per quanto riguarda i metadati della rilevazione si può consultare il sistema informativo sulla qualità SIQual.

Obbligo di risposta

Questa indagine è prevista dal Programma statistico nazionale (Cod. IST-02559) ed è quindi una rilevazione statistica d’interesse pubblico. L’Istat è tenuto a svolgerla per legge.

L’obbligo di risposta è sancito dall’art. 7 del d.lgs. n. 322/1989 e successive modifiche e integrazioni, e dal D.P.R. 30 agosto 2016 di approvazione del Programma statistico nazionale 2014-2016 – Aggiornamento 2016 recante l’elenco delle rilevazioni statistiche per le quali sussiste l’obbligo per i soggetti privati di fornire i dati e le notizie che vengono loro richiesti, prorogato dal decreto legge 30 dicembre 2016, n. 244, convertito con modificazioni dalla legge 27 febbraio 2017, n. 19.

Tutela della riservatezza

Le informazioni raccolte, tutelate dal segreto statistico (art. 9 d.lgs. n. 322/1989) e – nel caso di trattamento di dati personali – sottoposte alla normativa sulla protezione di tali dati (d.lgs. n. 196/2003), potranno essere utilizzate, anche per successivi trattamenti, dai soggetti del Sistema statistico nazionale, esclusivamente per fini statistici, nonché essere comunicate per finalità di ricerca scientifica alle condizioni e secondo le modalità previste dall'art. 7 del Codice di deontologia per i trattamenti di dati personali effettuati nell'ambito del Sistema statistico nazionale (allegato A.3 del d.lgs. n. 196/2003). I dati saranno diffusi nel rispetto dell'art. 9 del d.lgs. n. 322/1989 e successive modifiche ed integrazioni.

Titolare dei dati e responsabile del trattamento

Ai sensi degli artt. 28 e 29 del decreto legislativo n. 196/2003, titolare del trattamento dei dati personali raccolti con la presente indagine è l’Istat – Istituto nazionale di statistica, Via Cesare Balbo, 16 – 00184 Roma e responsabili del trattamento per l’Istat sono il Direttore centrale delle statistiche ambientali e territoriali, per le fasi del processo statistico di rispettiva competenza e il Direttore centrale per la raccolta dati dell’Istat.

A quest'ultimo è possibile rivolgersi per quanto riguarda l’esercizio dei diritti degli interessati.

Contatti

Per informazioni sui contenuti della rilevazione
Responsabile della Rilevazione: Donatella Vignani
tel. 06 4673.4936

Referenti Istat
tel. 06 4673.4326/4328/3993
caveminiere@istat.it

Per informazioni sulla conduzione della raccolta e l'invio dei dati
Responsabile raccolta dati della Rilevazione: Giancarlo Gualtieri
tel. 06 4673.4059

Referenti Istat
tel. 06 4673.4122
rdc_istituzioni@istat.it

tag:
ambiente, attività estrattive, ecosostenibilità, energia, sviluppo sostenibile, territorio
argomento:
Ambiente ed energia
tipo di documento:
Informazioni sulla rilevazione
Periodo di riferimento
Anno 2017
Data di pubblicazione
16 ottobre 2017
No

Per informazioni scrivi a comunica@istat.it