Rilevazione mensile sull’occupazione, gli orari di lavoro, le retribuzioni e il costo del lavoro nelle grandi imprese

Che cos'è

La rilevazione mensile sull'occupazione, gli orari di lavoro, le retribuzioni e il costo del lavoro nelle grandi imprese è parte di un sistema integrato di produzione di dati - costituito da tre indagini – per determinare e diffondere indicatori sulla domanda di lavoro nelle imprese con dipendenti. Le altre due indagini che completano il sistema sono la rilevazione trimestrale sui posti vacanti e le ore lavorate (http://siqual.istat.it/SIQual/visualizza.do?id=7779928) e la rilevazione trimestrale su Occupazione Retribuzioni e Oneri Sociali (http://kentucky.istat.it:8080/SIQual/visualizza.do?id=5000065)

Più in dettaglio, i dati provenienti dall'indagine sono utilizzati da un lato per determinare indicatori sulle variabili relative alle ore lavorate e sui posti vacanti (integrando le informazioni provenienti dell'indagine sui posti vacanti e le ore lavorate) dall'altro per determinare indici relativi alle posizioni lavorative dipendenti e al costo del lavoro (integrando in questo caso i dati della rilevazione Occupazione Retribuzioni e Oneri Sociali).

La produzione di indicatori sulle ore lavorate è disciplinata a livello europeo dal regolamento STS del Parlamento europeo e del Consiglio sulle statistiche congiunturali n. 1165/98 https://www.istat.it/it/files/2011/03/reg_STS1165-98it.pdf, e dalle successive modifiche ed integrazioni. Questi indicatori vengono inoltre usati per la produzione dell'indice del costo del lavoro orario, disciplinato dal regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio sul Labour Cost Index n. 450/2003 http://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/PDF/?uri=CELEX:32003R0450&from=IT, compilato dalla rilevazione Occupazione Retribuzioni e Oneri Sociali (ma ancora non diffuso a livello nazionale), e degli indicatori sulle ore lavorate nell'ambito dei Conti Nazionali trimestrali.

La produzione di statistiche trimestrali sui posti vacanti a livello europeo è disciplinata da un regolamento quadro del Parlamento europeo e del Consiglio n. 453/2008 http://publications.europa.eu/resource/cellar/0d8658c1-0ec0-4d7f-a3fa-f29c7fb125a0.0013.01/DOC_1) e dai relativi regolamenti attuativi della Commissione (n. 1062/2008 e n. 19/2009).

Chi risponde

La rilevazione coinvolge le imprese di grandi dimensioni classificate nell'industria e nei servizi (sezioni di attività economica da B a S della classificazione Ateco 2007 con l'esclusione delle società di fornitura di lavoro temporaneo). Più precisamente, vengono rilevate tutte le imprese classificate nell'industria e nei servizi di mercato (sezioni da B a N Ateco 2007) con almeno 500 dipendenti nella media dell'anno base (dal 2013, l'anno base è il 2010), che costituiscono il panel di riferimento per il calcolo degli indicatori d'indagine.
A partire dal 2015, l'indagine ha iniziato a raccogliere i dati delle imprese appartenenti ai settori da P a S sia per contribuire alla produzione degli indicatori su posti vacanti e ore lavorate nelle imprese con almeno 10 dipendenti relativi a questi settori , sia per determinare i dati per l'estensione ai settori dei servizi personali e sociali della futura nuova base di riferimento anno 2015. Con riferimento pertanto alla raccolta anche nei settori P-S nel 2015 le imprese in rilevazione sono circa 1.600.
Le imprese appartenenti all'indagine ricevono, tramite posta elettronica certificata (PEC), una lettera a firma del Presidente dell’Istat nella quale viene presentata l’indagine e vengono fornite le istruzioni per accedere alla compilazione online del questionario.

Il periodo di rilevazione

L’indagine è svolta con periodicità mensile. I dati devono essere trasmessi entro il giorno 18 del mese successivo a quello di riferimento dei dati, compilando un questionario on line.

Come fornire i dati e le informazioni richieste

Per compilare il questionario on line occorre accedere al Portale statistico delle imprese, seguendo le indicazioni riportate nella lettera informativa e nella guida per la compilazione. Mediante il questionario, per ciascun mese di riferimento, vengono rilevate informazioni relative alle seguenti variabili:

  • posizioni occupate alle dipendenze;
  • flussi occupazionali in entrata e in uscita nel mese;
  • ore lavorate, distinte in ordinarie e straordinarie;
  • ore retribuite ma non lavorate;
  • ore non retribuite per scioperi;
  • ore di Cassa integrazione guadagni, distinte in ordinaria e straordinaria (quest'ultima inclusiva anche di quella in deroga);
  • ore utilizzate per contratti di solidarietà;
  • retribuzioni (disaggregate per singola voce retributiva);
  • oneri sociali;
  • posti vacanti nel mese finale di ogni trimestre; riferiti all'ultimo giorno di ogni trimestre. Per quest'ultima variabile, la rilevazione trimestrale invece che mensile contribuisce a contenere l'onere statistico sui rispondenti ed è coerente con quanto avviene per le imprese di minori dimensioni.

Tutte le variabili sono misurate distintamente per le qualifiche: impiegati, operai e dirigenti.

Come consultare i risultati dell'indagine

I dati raccolti vengono elaborati per la produzione dei numeri indice mensili e delle relative variazioni rispetto ai periodi precedenti. Gli indici sono diffusi attraverso la banca dati I.stat.

Per quanto riguarda i metadati della rilevazione, nonché il contenuto informativo, si può consultare il sistema informativo sulla qualità (http://kentucky.istat.it:8080/SIQual/visualizza.do?id=0026500)

Obbligo di risposta e sanzioni

Questa indagine è prevista dal Programma statistico nazionale (codice IST-00050) ed è quindi una rilevazione statistica d'interesse pubblico. L'Istat è tenuto a svolgerla per legge.

L’obbligo di risposta è sancito dall’art. 7 del d.lgs. n. 322/1989 e successive modifiche e integrazioni, e dal D.P.R. 30 agosto 2016 di approvazione del Programma statistico nazionale 2014-2016 – Aggiornamento 2016 recante l’elenco delle rilevazioni statistiche per le quali sussiste l’obbligo per i soggetti privati di fornire i dati e le notizie che vengono loro richiesti, prorogato dal decreto legge 30 dicembre 2016, n. 244, convertito con modificazioni dalla legge 27 febbraio 2017, n. 19.

Le sanzioni amministrative in caso di violazione dell'obbligo di risposta saranno applicate ai sensi degli artt. 7 e 11 del d.lgs. n. 322/1989.

Tutela della riservatezza

I dati raccolti, tutelati dal segreto statistico e sottoposti alla normativa sulla protezione dei dati personali, potranno essere utilizzati, anche per successivi trattamenti, esclusivamente per fini statistici dai soggetti del Sistema statistico nazionale e potranno, altresì, essere comunicati per finalità di ricerca scientifica alle condizioni e secondo le modalità previste dall'art. 7 del Codice di deontologia per il trattamento di dati personali effettuato nell'ambito del Sistema statistico nazionale.

I medesimi dati saranno diffusi in forma aggregata, in modo tale che non sia possibile risalire ai soggetti che li hanno forniti o a cui si riferiscono.

Titolare dei dati e responsabile del trattamento

Ai sensi degli artt. 28 e 29 del decreto legislativo n. 196/2003, titolare del trattamento dei dati personali raccolti con la presente indagine è l'Istat - Istituto nazionale di statistica, Via Cesare Balbo, 16 - 00184 Roma e responsabili del trattamento dei dati sono, per le fasi del processo statistico di rispettiva competenza, il Direttore centrale per le statistiche sociali e il censimento della popolazione e il Direttore centrale per la raccolta dati dell'Istat.

A quest’ultimo è possibile rivolgersi per quanto riguarda l'esercizio dei diritti degli interessati.

Contatti

  • Assistenza tecnica: Eventuali richieste di chiarimento relative a problemi tecnici incontrati nell'accesso e nella navigazione del portale statistico delle imprese, o per chiarimenti relativi al questionario e alle relative modalità di compilazione, vanno inviate all'indirizzo di posta elettronica portaleimprese@istat.it, specificando nell'oggetto il codice indagine e il codice impresa. E' possibile contattare inoltre il numero verde
  • Numero verde: 800.961.985 dal lunedì al venerdì nelle fasce orarie 9:00-13:00 e 14:00-19:00.
  • per informazioni sui contenuti del questionario: Angela Golino, Tel. +39 06.4673.2853, e-mail: golino@istat.it; Cristina Ciaffarafà, Tel. + 39 06.4673.2830; e-mail: crciaffa@istat.it, Eligio Diella, Tel. +39 06.4673.2844, e-mail diella@istat.it; Bruno Arnese Tel. + 39 06.4673.6285, e-mail: arnese@istat.it Patrizia Gibilisco, Tel. +39 06.4673.2536 e-mail gibilisc@istat.it; Laura di Domenicantonio, Tel. + 39 06.4673.2670, e-mail: didomeni@istat.it oppure mail dell'indagine: occb@istat.it
  • per informazioni sulla conduzione della raccolta dati: rdc-congiunturali@istat.it
tag:
cassa integrazione, costo del lavoro, imprese, industria, lavoro imprese, occupazione, oneri sociali, orario, ore lavorate, posti vacanti, retribuzioni, sciopero, servizi
argomento:
Imprese, Lavoro e retribuzioni
tipo di documento:
Informazioni sulla rilevazione
Periodo di riferimento
Anno 2017
Data di pubblicazione
06 ottobre 2017
Contatti

Sportello per i giornalisti
tel. 06 4673.2243-4
contact centre
ufficiostampa@istat.it

Centro diffusione dati
tel. 06 4673.3102-3-5-6
contact centre

No

Per informazioni scrivi a comunica@istat.it